Pagine Gialle Nuova Zelanda, un ristorante bizzarro a scopo promozionale.

Spread the love

Le Pagine Gialle della Nuova Zelanda stanno realizzando un progetto alquanto inusuale e bizzarro che offrirà l’opportunità di consumare un pranzo o una cena in un mood surreale. Un vero e proprio ristorante costruito su un albero. Lo scopo è quello di dimostrare, molto più di tante scrause strategie di marketing, che si può fare affidamento sulle Yellow Page.

Praticamente, i lavori di costruzione, l’acquisto dei materiali, i designers, sono stati scelti direttamente tramite compagnie presenti sul famoso libro giallo. Decisamente una nuovissima forma di campagna pubblicitaria, e sappiamo che al giorno d’oggi abbiamo bisogno di queste novità in una situazione generale alquanto piatta.

La location è Warkworth, Nuova Zelanda; questo particolare ristorante si “arrampica” per 10 metri su un gigantesco albero. Per accedere al ristorante si usa una sorta di passaggio sopraelevato che già fa intuire l’atmosfera surreale in cui ci si sta per addentrare.
I clienti troveranno all’interno una zona pranzo assolutamente fornita e funzionale, con tanto di Bar, camerieri e 18 posti, caratteristica che rende ancor più esclusiva questa esperienza “culinaria”.

La cosa più difficile per gli addetti ai lavori è stato sicuramente considerare le varie gradazioni di luce in quanto, in un ambiente forestale, è davvero una missione impossibile considerare tutte le varianti (angoli di illuminazione, la vista della valle, ecc.).

Uno sbalorditivo numero di esperti, tra ingegneri strutturali e vigili del fuoco, pianificatori degli spostamenti, agenti forestali, si sono dati da fare per assicurare al 100% la sicurezza e l’agibilità di un ristorante tanto esclusivo quanto apparentemente “pericoloso”, se non progettato usando tutte le massime precauzioni e prendendo in considerazione tutte le possibilità.

Molto probabilmente il ristorante sarà pronta entro Natale di quest’anno. Non ha davvero prezzo essere una delle 18 persone che inaugurerà l’apertura; i pochi fortunati davvero si sentiranno privilegiati, quasi un qualcosa che scavalca il potere del lusso, cioè la vera e propria esclusività.

Un progetto assolutamente innovativo e forse mai sperimentato prima, un mix tra marketing e ricerca innovativa; qui stiamo parlando di un probabile progetto pionieristico, che verrà sicuramente copiato in un futuro molto prossimo, da altre compagnie e aziende. E’ sempre così, quando una cosa è veramente valida è condannata ad essere riproposta, d’altronde se cosi non fosse non avremmo più nulla di nuovo.

Lascia un commento