Profumi Philippe Starck

di Sara Mostaccio Commenta

Debutta nel mondo dei profumi il celebre designer internazionale Philippe Starck che propone tre fragranze molto speciali.

Esordisce con una collezione succulenta e lussuosa dopo molte voci che negli anni si sono rincorse nell’attesa: ecco i primi tre profumi Philippe Starck appena lanciati sul mercato dell’alta profumeria e già desiderati da molti.

Uno dei più celebri designer del panorama internazionale, che ha firmato alcune delle creazioni d’arredo più note e apprezzate al mondo, lancia dunque la sua prima collezione olfattiva composta da tre fragranze speciali.

I profumi sono tre, tutti affidati a grandi nomi del mondo della profumeria, nasi che ogni maison si contende per le proprie creazioni olfattive. Ciascuna fragranza si ispira ad un concetto specifico e dei tre profumi, uno è dedicato alle donne e uno agli uomini mentre il terzo ha un carattere androgino e unisex.

L’idea di fondo è che ogni profumo si radica sulla pelle, limite e al tempo stesso ponte di contatto che ciascuno di noi possiede tra il mondo interiore e quello esterno. Tramite la pelle comunichiamo il nostro profumo e al tempo stesso la vestiamo con la fragranza che meglio ci rappresenta.

Il primo profumo si chiama Peau de Soie e lo ha creato Dominique Ropion che ha scelto di raccontare una femminilità piena di grazia e di forza. La seconda proposta è un’idea di Daphné Bugey, si chiama Peau de Pierre ed è dedicata ad un uomo che non teme di sfoggiare la propria sensualità. L’ultima fragranza è Peau d’Alliers, ideata da Annick Ménardo che ha messo a punto un bouquet androgino e delicato.

La linea di profumi di Philippe Starck si chiama Starck Paris ed è prodotta dall’azienda iberica Perfumes Y Diseño. Il packaging invece è un’idea dello stesso designer che ha ideato personalmente gli splendidi flaconi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.