Il nuovo Parfum n.1 de John Galliano prodotto da Selective Beauty, non ancora per tutti.

di Marco Santaniello Commenta

 E’ finalmente in vendita il Parfum n°1 de John Galliano. La nuova fragranza, creata e distribuita in licenza mondiale da Selective Beauty, è stata lanciata sul mercato da pochi giorni, ma solo in determinati luoghi, come Francia, Inghilterra e Germania. Gli altri paesi, che comprendono anche Italia e Stati Uniti dovranno attendere la seconda metà del 2009.

Il contratto di licenza, firmato nel 2007, permetterà alla società internazionale Selective Beauty, che già gestisce un vastissimo numero di profumi per molti marchi famosi, di produrre per 11 anni i profumi di uno degli stilisti più chiacchierati e più scenografici del panorama mondiale dell’haute couture, il direttore creativo della Maison Dior, John Galliano, che ha deciso di racchiudere tutta la sua creatività in questa sua “prima esperienza”.

 Il flacone è favoloso, ricco, barocco, in perfetto stile teatral-Galliano; la fragranza è dolce, leggera e floreale, composta da rose, lavanda, violetta, bergamotto, ambra. Sarà disponibile in tre formati di grandezza con lozioni per il corpo, body scrub e bagnoschiuma della stessa profumazione.

Il presidente e fondatore di Selective Beauty, Corrado Brondi, ha dichiarato che la vendita del prodotto frazionata nel tempo in diversi stati è assolutamente una scelta strategica. È dalla metà di ottobre che il profumo è in vendita da Sephora in Francia, da Harrods in Gran Bretagna e in qualche profumeria selezionatissima in Germania, tra cui Douglas.

Il resto del mondo, Noi compresi, dovremmo dunque attendere, trepidanti e scalpitanti, per qualche mese ancora. Questo straordinario lancio non fa che incoronare l’anno positivo di Selective Beauty, con i profumi di Max Mara, Iceberg e Trussardi.

Ultimamente lo stile di John Galliano è leggermente cambiato, sarà che il mercato richiede sempre con più insistenza capi eleganti, ma soprattutto indossabili. Quindi sembra che anche questo grande fashion designer si sia dovuto piegare alla dura legge del mercato. Questa avventura della profumeria suona quasi come una sfida nei confronti di Madame Coco e il suo N.5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.