Markagain, i beni di lusso a nuova vita

Si tratta della prima piattaforma tutta italiana nata per proporre la vendita di yatch di lusso usati: così è nato Markagain, un sito di remarketing che dona nuova vita ai ben di lusso usati e destinati diversamente alla dismissione.

markagain

Markagain offre i suoi servizi già dal 2012 come divisione di Cerved Credit Management Group occupandosi di remarketing del settore lusso per ciò che riguarda immobili e beni mobili. Al servizio tradizionale aggiunge alla sua proposta anche servizi di valorizzazione tramite una piattaforma online destinata all’eccellenza italiana e dedicata nello specifico agli yatch di alta gamma, rigorosamente usati.

Nel corso degli anni, Markagain si è classificato ai primi posti in Europa tra i rivenditori di imbarcazioni usate lunghe fra i 12 e i 35 metri. Nel tempo il modello di business iniziale si è espanso a diversi settori proponendo il servizio di remarketing a 360 gradi.

Parlano i numeri, i trend in crescita, i risultati. L’intermediazione professionale, la rigorosa selezione di prodotti di qualità e l’affidabilità del gruppo hanno creato un modello di business di successo che ha potuto crescere sempre di più.

Nel campo della nautica Markagain è già un leader ma si è specializzato in ulteriori settori, rigorosamente premium, raggiungendo ottimi risultati anche nel remarketing di aerei privati, elicotteri e dimore di lusso, sia residenziali che alberghiere.

Markagain è passato dunque da un rapporto pressoché esclusivo con le banche alle relazioni dirette con il cliente fino a proporre una piattaforma speciale dedicata alle aziende e ai professionisti con il sito Markagain.biz su cui scambiae beni strumentali quali macchinari e attrezzature professionali o immobili da aste giudiziarie.

Dornbracht arreda lo yatch di lusso M/Y Asya

Dornbracht è ormai da tempo da considerarsi tra i marchi favoriti per gli arredi delle imbarcazioni di lusso, lo dimostra anche il nuovo yatch M/Y Asya che sceglie il brand tedesco per i suoi allestimenti interni. Il settore nautico e Dornbracht rinnovano dunque una passione reciproca.

dornbracht

Il superyatch M/Y Asya vanta un allestimento interno di altissimo profilo, all’altezza di tutte le aspettative di lusso di una barca di tale livello. L’interior design è stato curato dagli architetti dello studio Bannenberg & Rowell Design che hanno scelto la rubinetteria della collezione MEM di Dornbracht.

D’altronde il marchio è da tempo partner dei cantieri nautici Heesen Yachts e per gli yatch Lady Petra, MySky e My Secret sono già stati scelti in passato dettagli firmati da Dornbracht. Una ulteriore conferma di quanto le rubinetterie in questione siano non solo lussuose ma anche perfettamente adatte allo scopo.

636 33

Lo yacht M/Y Asya è stato affidato a Frank Laupman di Omega Architects per la sua elegantissima linea esterna mentre gli interni, come si accennava, sono stati firmati dallo studio londinese Bannenberg & Rowell che ha scelto di ispirarsi all’estetica di grandi nomi quali Dieter Rams, Frank Lloyd Wright e Tadao Ando.

Il risultato sono interni dal fascino spiccato, funzionali e moderni ma profondamente eleganti. Nei bagni dominano tonalità neutre e preferibilmente naturali, dal marmo striato ai toni caldi del legno pregiato quali rovere ed ebano Macassar. I rivestimenti delle docce sono in pietra calcarea e la rubinetteria è tratta dalla serie MEM di Dornbracht, presente sia nelle docce che nei lavabi.

636 45

Uno yatch di lusso eco-friendly

Charles Bombardier ha appena svelato il suo nuovo progetto, uno yatch di lusso eco-friendly potente e performante, estremamente lussuoso nella concezione e soprattutto attento all’ambiente. si ispira alle balene, si muove ad energia solare e acquatica, tutte le tecnologie di cui è dotato sono state immaginate per rispettare l’ambiente.

yatch-di-lusso-eco-friendly-01

Si tratta del primo yatch di lusso attento all’ecologia. Al posto del sistema di propulsione classico, per questo modello si è scelto di utilizzare due ali laterali che muovendosi creano il movimento dell’acqua e dunque la spinta, un po’ come le pinne di una balena.

I motori funzionano a idrogeno e il design sfrutta un sistema idraulico per creare il sistema di sospensioni e stabilizzare l’imbarcazione. Le cabine si trovano nella parte della barca immersa nell’acqua dunque si riposa in un ambiente che attraverso grandi finestre lascia vedere il mondo sottomarino nel quale ci si muove navigando. È possibile accedere a spazi panoramici anche dai bracci laterali dello yatch.

yatch-di-lusso-eco-friendly-02

Il ponte è lussuoso al pari degli interni pensati per godersi il mondo sottomarino. Dal ponte ci si gode invece il sole e il vento, il panorama in superficie e gli orizzonti verso i quali si naviga in assoluta libertà. È spazioso, rivestito in legno, prevede una piscina immersa in un giardino tropicale e anche una pista di atterraggio per l’elicottero.

Al momento il nuovo modello è solo un prototipo ma una volta avviata la produzione sarà possibile personalizzare la barca al massimo grado, secondo le proprie esigenze, richiedendone la costruzione su misura per una cifra che sfiora i 100 milioni di dollari. Non sarà una cifra troppo alta per salvare il pianeta, no?

yatch-di-lusso-eco-friendly-03

Regent Seven Seas Explorer

Regent Seven Seas Explorer nasce dalla collaborazione tra Regent Seven Seas Cruises e Fincantieri con l’azienda Api che ha prodotto la più lussuosa nave in resina italiana. Una colata di ben 9000 metri quadrati di resina riveste promenade, palconi, aree crew, aree sport, riposterie e cucine.

regent seven seas explorer

La resina è un materiale tanto versatile quanto esteticamente piacevole. È sicuro, igienico, resiste nel tempo. Tutte caratteristiche essenzali su una nave che punta sulla massima funzionalità, robustezza, facilità di pulizia e gestione.

Vittorio Magnaghi, General Manager Marine di Api, ha così commentato il progetto:

“Abbiamo realizzato negli ultimi 20 anni quasi 200 lavori, oltre 150 navi passeggeri con pavimenti in resina sintetica di una straordinaria eleganza e resistenza che, se opportunamente tenuti e curati, durano nel tempo. Non a caso, Api è stata scelta da Fincantieri e dall’armatore, prima che la Regent Seven Seas Explorer fosse creata, proprio per le modalità di lavorazione che adotta e per l’appeal delle applicazioni in resina proposte. Nella scelta ha avuto un ruolo fondamentale inoltre, l’attenzione che riserviamo alle specifiche esigenze del cliente.”

Regent Seven Seas Cruises può dunque contare su una nuova imbarcazione lussuosa e ricercata, capace di accogliere 750 passeggeri con cabine attrezzatissima e rifinite, ristoranti, sale spettacolo, spa. Le suites sono ben 375, quella Vip è ampia 360 metri quadrati. La metratura dei balconi raggiunge i 4.882 metri quadrati.

Saranno ben 375 le destinazioni che questa nave toccherà, debuttando prima in Europa e raggiungendo poi mete caraibiche da sogno. Tutto è lussuoso e attento al comfort dei passeggeri e alla loro sicurezza ma studiato anche per essere rispettoso dell’ambiente.

Yatch Black Swan

È il momento di scoprire un nuovo yatch di lusso per sognare vasti orizzonti in mare aperto e coste magnifiche da esplorare a bordo di un gioiello di ingegneria nautica: ecco lo yatch Black Swan disegnato da Timur Bozca, geniale designer di origine turca e dal tratto inconfondibile.

Yatch Black Swan

Lo yatch sembra uscito direttamente da un film di spie, immaginiamo molto facilmente James Bond sul ponte mentre flirta con la magnifica Bond girl di turno e poi si getta all’inseguimento del solito malfattore solcando le onde.

Senza andare troppo in là con la fantasia, tuttavia, vogliamo soffermarci sui dettagli di questo superbo veicolo acquatico, allestito con finiture talmente lussuose da offrire un’esperienza di elevatissimo livello non solo dal punto di vista nautico ma anche sotto il profilo dell’accoglienza a bordo.

Lo yatch supera i 60 metri di lunghezza e ha una particolarissima forma aerodinamica realizzata principalmente in acciaio e alluminio. Comprende due grandi balconate a vetrate che consentono di godersi la vista del mare. Sul ponte superiore c’è anche una pista di atterraggio per gli elicotteri.

All’interno dell’imbarcazione gli ospiti possono sfruttare i piaceri di una piscina o rilassarsi nella master suite o in una delle 6 suite per gli ospiti che possono accogliere fino a 12 persone. Gli spazi comuni sono arredati in toni caldi illuminati dal bianco candido dei tessili.

Quanto alla meccanica, invece? Lo yatch è equipaggiato con quattro motori che offrono in totale una potenza da 23.172 cavalli. La capacità di carburante è di 183.000 litri. La velocità di crociera è di 20 nodi con una velocità massima che tocca i 28 nodi.

Gli yatch di lusso arredati da Trussardi

Arrivano i nuovi yatch di lusso arredati da Trussardi: firmati dalla maison insieme a Dynamiq, presentano interni curatissimi e in perfetto stile Trussardi. Dopo aver esordito nel mondo dell’arredo con la prima collezione casa nel 2014, la casa di moda italiana ha presentato il suo nuovo progetto nel corso del Fuorisalone 2016.

yatch di lusso arredati da trussardi

L’azienda di yatch di lusso ha selezionato mobili, complementi d’arredo e rivestimenti tratti dalle linee Trussardi Casa per personalizzare gli interni della serie D4 appartenenti alla gamma proposta da Dynamiq.

Tra i modelli a vantare gli arredi Trussardi spicca Jetsetter, che già nel nome svela la sua attitudine lussuosa. Si tratta di uno yatch da 39 metri arredato con divano Relief, sedie Larzia, tappeti e pouf, tutti firmati Trussardi. Della maison sono anche i piccoli accessori, dalle candele ai cuscini. Gli arredi Trussardi caratterizzano sia gli spazi interni che le aree esterne dello yatch.

Per celebrare la partnership è stata ideata anche una speciale linea di abbigliamento e accessori coordinati per sfoggiare uno stile impeccabile a bordo del proprio lussuoso yatch. Così dall’azienda monegasca commentano questa avventura insieme a Trussardi:

“In Dynamiq consideriamo lo yacht non come un prodotto finito, ma come una piattaforma high-tech per gratificare e soddisfare l’immaginario dei nostri clienti. Il nostro configuratore on-line , il primo della categoria, grazie alle numerose opzioni permette di realizzare yacht personalizzati al 100%. La collaborazione con Trussardi Casa ne è un esempio perfetto. Siamo orgogliosi e grati perché sui nostri yacht Trussardi ha raggiunto una nuova dimensione di lusso contemporaneo che sarà apprezzato e richiesto dalla nostra clientela.”

La nuova barca Aston Martin AM37

Era tanto atteso e finalmente è giunto il debutto di Aston Martin nel mondo della nautica: nasce così la prima barca Aston Martin AM37. Si tratta di un piccolo yatch costruito in partnership con Quintessence Yachts, frutto di diversi anni di ricerca e sviluppo sia da un punto di vista meccanico che sotto il profilo estetico.

barca aston martin

Il nuovo progetto è stato svelato a Milano durante la Design Week appena conclusa e ha mostrato altissimi standard qualitativi sotto ogni aspetto: prestazioni, maneggevolezza, comfort, innovazione e stile.

Il modello AM37 è il corrispettivo in acqua dell’auto convertibile della casa automobilistica. Il ponte è in pannelli di fibra di carbonio, come la cabina. La parte posteriore offre spazio ai passeggeri, sia coperto che scoperto, a scelta.

La barca sarà disponibile con diversi motori di varia potenza. Il modello più potente in gamma ha due motori da 520 cavalli e raggiunge la velocità di 52 nodi. C’è anche una versione light che monta due motori da 370 cavalli, per chi vuole un natante più leggero e maneggevole.

Elegantissima la linea che non smentisce l’alto profilo della casa automobilistica nota per il suo design sofisticato e scattante, dall’allure sportiva ed elegante insieme. Il linguaggio costruttivo di questo yatch è il medesimo che riconosciamo tra le creazioni più belle della maison, capaci di combinare lusso e tecnologia.

Non ci sorprenderebbe vedere a bordo di questo magnifico bolide su acqua addirittura l’agente segreto 007, indubbiamente il più famoso del mondo. Piacerebbe di certo molto a James Bond ma piace moltissimo anche a noi.

Yatch di lusso: BD56 di BD Yachts

Torniamo a parlare di yatch di lusso e di un mercato nautico che non è mai stato tanto vivace come in questi anni. Parliamo di BD56 di BD Yatchs, l’ultima proposta dell’azienda spagnola che lancia un prodotto innovativo e interessante.

BD56-di-BD-Yachts

Si tratta di una imbarcazione trasversale perché nasce ibridando le caratteristiche di una barca a vela e quelle di una barca a motore, con l’aggiunta di finiture di pregio e di tutto il lusso che ci si aspetta da uno yatch nato per stupire.

Il nuovo concept unisce i vantaggi dei due tipi di navigazione rivolgendosi ad armatori esigenti che non vogliono rinunciare né alla bellezza di un veliero né alla praticità di un motore. L’idea era dunque quella di proporre l’una e l’altra in una barca caratterizzata da una spiccata personalità.

Lo yatch è lungo 16.66 metri e largo 4.5 metri, riesce dunque ad essere snello e a filare sull’acqua con la velocità richiesta a questo genere di imbarcazione. Non si rinuncia però al lusso che si nota soprattutto sulla bella struttura sovrastante, realizzata a vetrate ripetendo le forme affusolate ed eleganti dello scafo.

La barca presenta tutte le caratteristiche tecniche e tecnologiche di uno yatch di ultima generazione ma in dimensioni compatte. È inoltre realizzata su richiesta e su misura del cliente, attraverso la cura di ogni dettaglio.

I materiali sono all’avanguardia, mutuati da imbarcazioni da gara che hanno affrontato con successo la Volvo Ocean Race e la Coppa America rivelandosi estremamente performanti, robusti e duraturi. Così si ottiene una barca che sa rispondere alle esigenze di lusso e comodità senza rinunciare né alla velocità del motore né alla leggerezza di una vela.

Yatch di lusso: Sunreef Supreme 68

Sunreef Yachts è pronto a lanciare il nuovo modello che appartiene alla gamma Supreme e ci conquista con il suo lusso: si chiama Sunreef Supreme 68 il nuovo yatch dalla raffinata eleganza, con finiture ricercate e funzionalità d’eccellenza.

sunreef supreme 68

L’azienda è leader nella progettazione e costruzione di catamarani di lusso, spesso realizzati su misura, e oggi compie un ulteriore passo verso il mondo del lusso con una proposta tutta nuova che coniuga la tradizionale serie di imbarcazioni a vela con spazi abitativi spaziosi e inaspettati su una barca. Anche le soluzioni tecniche e di design sono innovative e interessanti.

yatch-sunreef-supreme-68-02

Il primo modello della nuova gamma si chiama appunto Supreme 68 e nasce per rispondere alle costanti richieste di soluzioni personalizzate, tecnicamente all’avanguardia e sempe più accoglienti, quasi che la barca possa addirittura sostituirsi alla casa, con tutte le sue comodità.

È uno yatch che sperimenta soluzioni audaci, sia nella suddivisione degli spazi che nella scelta di proporre ambientazioni estremamente confortevoli, tutt’altro che minimali come spesso accade su una imbarcazione che riduce all’essenziale tutto quanto serve, trascurando generalmenrte ciò che può considerarsi superfluo.

yatch-sunreef-supreme-68-03

Non si rinuncia dunque né agli ampi spazi degli ambienti interni né a tutti i comfort per la vita a bordo, senza mai intaccare l’alto profilo prestazionale e tecnico della barca che tuttavia resta nei limiti dei 24 metri di lunghezza.

Sarà varato in anteprima nel corso della nuova edizione del Singapore Yacht Show 2016 prevista dal 7 al 10 Aprile con un programma ricco di novità nel panorama internazionale, tra cui appunto l’ultimo nato di casa Sunreef.

yatch-sunreef-supreme-68-04

Yatch di lusso: 70 Sunreef Power Violetta

Scopriamo un nuovo yatch di lusso che sembra un raffinatissimo appartamento sull’acqua anziché una semplice imbarcazione: il catamarano 70 Sunfree Power Violetta nasce per accontentare i clienti più esigenti, coloro che alla navigazione chiedono comfort e lusso prima ancora che funzionalità, le quali tuttavia non mancano.

70 sunreef power violetta

Il design futuristico non trascura gli aspetti estetici più piacevoli dai quali farsi coccolare, per esempio nelle spaziose camere da letto che più che cabine sono vere e proprie stanze arredate di tutto punto, complete di quanto serve come se si fosse a casa propria.

Gli interni sono rifiniti con pannelli bianchi dalla texture lucida per dare una sensazione ancora più spaziosa degli ambienti e aumentarne la luminosità. Gli arredi e i tessili sono tutti in tinta, con qualche piccolo tocco d’oro nei dettagli, altro elemento che aggiunge eleganza e luce all’insieme. Le grandi aperture sull’esterno regalano inoltre grande luminosità a spazi che normalmente sarebbero chiusi e senza sbocchi.

Tutti i materiali sono pregiati e ricercati, dai legni alle pelli per il rivestimento degli imbottiti, incluso l’elegantissimo pouf capitonné in una delle camere. Sono perfettamente all’altezza delle aspettative anche le qualità costruttive, sia per quel che riguarda gli interni che relativamente alla struttura esterna, dal taglio moderno e scattante.

Le dotazioni tecniche sono di primo profilo e la funzionalità resta al primo posto anche se l’aspetto estetico non viene mai trascurato ma sempre valorizzato, in ogni più piccolo elemento, che sia pratico oppure semplicemente decorativo. Gli spazi possono offrire ospitalità fino a 11 persone, senza considerare l’equipaggio di 3 uomini.

Yatch di lusso: Soneva in Aqua

Il gruppo Soneva lancia il nuovo Soneva in Aqua, una nuova villa galleggiante a disposizione degli ospiti che soggiornano al Soneva Fushi Resort alle Maldive. Lo yatch di lusso, appena varato, si trova al largo del Resort e combina la possibilità di soggiornare sull’isola o in mare aperto.

soneva in aqua

Si tratta di uno barca estremamente lussuosa, rifinita impeccabilmente fino al più piccolo dettaglio, per offrire agli ospiti un’esperienza indimenticabile con i suoi 19.25 metri di lunghezza per 6.40 di larghezza.

Gli interni risultano spaziosi e ariosi. Il personale a bordo è completo e comprende capitano, chef, governante e maggiordomo privato, istruttore per le immersioni e un astronomo per imparare a guardare e riconoscere le stelle. Sonu Shivdasani, fondatore e CEO del gruppo Soneva, ha dichiarato:

“Siamo molto eccitati per la nostra nuovissima proposta targata Soneva, che è stata concepita con grande attenzione a ogni singolo dettaglio. Il DNA di Soneva in Aqua segnerà un’esperienza unica per i nostri ospiti.”

Soneva in Aqua ospita fino a 4 adulti e 2 bambini in modo da accogliere anche le famiglie ma salvaguardando l’intimità che in spazi ridotti come una barca è sempre poco garantita. La master suite offre un letto king-size con guardaroba, bagno privato e spa con pavimento in vetro che consente di ammirare lo spettacolo marino mentre ci si rilassa. C’è una seconda cabina con bagno privato e tutti i comfort. Ambedue le cabine sono state studiate per godere al massimo della luce naturale.

Chi vuole godersi la vita sul mare senza rinunciare ai lussi più ricercati più contare su trattamento benessere dedicati. Anche la cucina è curatissima. La colazione si serve a letto o sul ponte mentre pranzi e cene sono a base di pesce e specialità maldiviane.

Oltre a ciò si presta grande attenzione all’ambiente con la scelta di materiali naturali quali legno e cotone organico e di generatori a basso impatto ambientale.

Gli ospiti possono progettare il viaggio personalmente oppure affidarsi al capitano che offrirà spostamenti costruiti sulle richieste di chi viaggia a bordo, a seconda che preferisca immersioni e snorkeling o puro relax su una spiaggia privata sulla quale sarà possibile godersi un barbecue o una cena romantica sotto le stelle.

Yatch di lusso: nuovo Light Ice Class da 40 metri

Arriva un nuovo succulento annuncio per chiunque ami gli yatch di lusso e sogni di viaggiare intorno al mondo, lo lancia Floating Life Charter & Brokerage che sta progettando un nuovo Light Ice Class da 40 metri. Si tratta di un expedition yacht che promette di farci innamorare.

Light Ice Class da 40 metri

L’armatore ha chiesto al progettista un’imbarcazione che sia capace di fare il giro del mond e di affrontare addirittura una perigliosa navigazione al Polo. La barca deve essere affidabile, solida e resistente ma facile da gestire tramite un equipaggio ridotto, con una manutenzione non troppo impegnativa. Stando così le cose sembra quasi aver richiesto un miracolo ma è un miracolo di quelli che diventano reali.

Lo yatch ha un profilo tecnico perfettamente rispondente alle richieste dell’armatore, resta sotto le 500 GT, si gestisce con il minimo del’equipaggio e ha una manutenzione semplificata. Lo scafo sarà realizzato in acciaio per garantire la massima solidità mentre la sovrastruttura è stata pensata in alluminio, un materiale leggero e resistente.

L’articolazione della barca prevede la presenza di tre ponti mentre la motorizzazione si basa su una doppia propulsione, a diesel ed elettrica. Il design è volutamente minimale, ridotto al massimo per essere essenziale e piacevole, senza inutili orpelli, anche per mantenersi fedeli ad una manutenzione minima. Le finiture però sono tutte di ottimo livello.

L’architettura della barca e il suo design sono curati dallo Studio Sculli di Sarzana, in provincia di la Spezia. Per il momento possiamo scoprire solo un primo bozzetto dello yatch mentre i lavori di costruzione prenderanno il loro avvio nel mese di Gennaio 2016.