Una delle auto più famose del mondo è sicuramente la Bugatti, e quest’anno lo storico marchio di festeggia il suo primo centenario.

La Bugatti nacque nel 1909 a Molsheim in Alsazia quando il milanese Ettore Bugatti, fondò la sua prima fabbrica d’automobili, da cui uscirono i primi modelli di macchine di lusso. Parallelamente, arrivarono anche i primi successi nelle competizioni, come quelli nella Targa Florio.

All’inizio della seconda guerra mondiale la produzione fu interrotta e negli anni Cinquanta cessò di esistere.

Nel 1987 l’imprenditore italiano Romano Artioli comprò i diritti della marca e fondò la nuova fabbrica automobilistica a Campogalliano, vicino a Modena. I nuovi modelli furono costruiti cercando di rispettare la tradizione iniziata da Bugatti, soprattutto per quanto riguarda le rifiniture eleganti e lussuose, ma le difficoltà finanziarie costrinsero Artioli a vendere l’industria.

Il brand, oggi, è di proprietà del gruppo Volkswagen, che l’ha acquistato nel 1998 e ne ha rilanciato l’immagine con la Supercar Bugatti Veyron.

Per il centenario della nascita della lussuosa automobile sono in programma numerosi eventi. Già a febbraio, nella Fiera di Torino Automotoretrò saranno esposte vetture provenienti dal Museo di Mulhuose e da collezioni di privati italiani. Dal 23 al 30 maggio si terrà in Maremma, il raduno mondiale della Bugatti, organizzato dal Bugatti Club Italia.

Per chi ha la possibilità di andare all’estero consigliamo il Musée National de l’Automobile de Mulhouse dove sono ospitate quattrocento vetture storiche, tra cui due delle sei Bugatti Royale ancora esistenti, e l’esposizione dedicata alla famiglia Bugatti presso la National Gallery of Victoria di Melbourne.

Chi invece volesse acquistare una macchina storica del marchio Bugatti potrà recarsi al Salone Retromobile di Parigi dove, il 7 febbraio sarà battuta, ad un’asta di Bonhams una Bugatti Type 18 del 1913 valutata tra 1 milione e 300mila e 1 milione e 600mila euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.