La millesima Lamborghini Aventador venduta in Germania

di Giulia Ferri Commenta

E’ stata consegnata direttamente dal presidente e AD Stephan Winkelmann, una Lamborghini davvero speciale: la millesima prodotta del modello Aventador, la degna erede della cugina Reventon. Il fortunato cliente, l’architetto bavarese Hans Scheidecke, l’ha voluta di color Arancio Argos, una variante nuova che ha scatenato tra gli appassionati, potenziali acquirenti e blogger una standing ovation alla presentazione del Salone di Ginevra.

Un colore “poliedrico” visto che qualcuno l’aveva scambiato per rosso (variante rarissima per la casa di Sant’Agata Bolognese, da sempre rivale della rossa di Maranello) e che in realtà è un effetto perlato che in condizioni di luce e ombra determina una variane della percezione cromatica. Ma rimane pur sempre arancio, sebbene molto diverso dall’arancio Atals o del celeberrimo giallo Orion.

In tempo di crisi, aver prodotto mille Aventador a soli 15 mesi dal lancio sul mercato mondiale è un risultato che è andato oltre a ogni più rosea aspettativa. Pensate che la Murcielago, prodotta dal 2002 al 2010 impiegò oltre 2 anni e 5 mesi per raggiungere lo stesso obiettivo. C’è da pensare che i 4099 esemplari venduti complessivamente per la Murcielago verrano abilmente superati in breve termine. Anche perchè sono finiti i tempi dell’esclusivissima Lamborghini Reventon da un milione di euro: Lamborghini ha saputo abbattere i costi e il prezzo della Aventadoe è di soli (si fa per dire) 300 mila euro.

La Lamborghini Aventador piace soprattutto in Medio Oriente. Al Salone dell’Auto di Shanghai è stata la vera regina, tanto che solo dalla Cina sono arrivati ordini a coprire i primi diciotto mesi di produzione. Come la tradizione vuole il nome che porta ogni modello è ispirato a un valoroso toro. Aventador è il nome di un valoroso toro che dopo un epico combattimento nel 1993 con il famoso torero Emilio Muñoz Pilar in un’arena di Saragozza è stato premiato con il Trofeo de la Peña La Madroñera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>