Lafayette: il Laboratorio del lusso

di Giulia Ferri Commenta

A 100 anni dalla prima, storica, auspiciosa apertura a boulevard Haussmann, nel IX arrondissement di Parigi, le Galeries Lafayette puntano decisamente a consolidare l’immagine di lusso ed esclusività che ha sempre contraddistinto uno dei centri commerciali più famosi della capitale francese, tra i primi d’Europa e sicuramente tra i più longevi. La zona dei Grands Magasins, un viale di 2,5 chilometri disseminato di negozi e store di un certo livello, ha da sempre rappresentato per la moda parigina quello sbocco commerciale in pompa magna di cui i couturier francesi possono andare fieri o almeno sicuri di veder le loro creazioni dagli attaccapanni agli shopper.

Novità d’autunno per Lafayette. Aprirà una piattaforma condivisa dalle maggiori griffe del Boulevard Haussmann in cui lusso e moda andranno a braccetto con le mode del momento (quando si dice “l’ultima moda di Parigi…”). Si chiamerà il Laboratorio e per certi versi è un luxury concept che metterà in mostra il meglio del meglio delle Gallerie Lafayette non senza mantenere un filo armonico tra le diverse collezioni presenti.

Sarà la matita di Bruno Moinard, architetto e interior designer di Bruno Moinard consolidata reputazione ad esprimere l’eleganza e la purezza di queste creazioni immaginate e realizzate nei minimi dettagli. La sua creatività si ispira alla stessa dimensione artistica innata che lo rende un pittore. Essa scaturisce dalle pennellate di nero e di oro toni nei suoi schizzi.

Saranno presenti molti dei marchi, già affermati ed emergenti, presenti alle Galeries con qualche sorpresa in esclusiva. Ci saranno Victoria Beckham, Bouchra Jarrar Paris, Mary Katrantzou, i capi della stilista Olympia Le Tan, Alaïa, Courrèges, Terzakou, Dice Kayek, Maison Rabih Kayrouz e Pascal Millet. Molto atteso è anche il debutto di Theyskens’ Theory che fino ad ora si era concesso solamente da Colette di rue Saint-Honoré e Maria Luisa ai Printemps, altro storico magazzino parigino. E ancora: Comme des Garçons Play, Manish Arora, 32 Paradis per Sprung Frères, gli italiani Golden Goose e MSGM e Joseph.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>