Hit Parade luxury homes, le cinque case più costose al mondo

di loretta martino Commenta

Attici supersonici, eliporti, ascensori, parcheggi sotterranei e persino centri benessere e piste da sci con neve artificiale, questi sono solo alcuni degli innumerevoli servizi che le case più costose al mondo offrono ai proprietari. Forbes ha stilato la hit parade delle luxury homes ed ecco allora le case più costose che si aggiudicano il podio.


Al primo posto si trova Antilla, la casa privata fatta costruire dal miliardario Mukesh Ambani, l’uomo più ricco dell’India, di oltre 37 mila metri quadrati sviluppata su 27 piani diventando così persino più grande della Reggia di Versailles. Al suo interno Antilla ospita 6 piani di parcheggio sotterraneo, 9 ascensori e 3 eliporti e naturalmente un team di 600 persone assunte per tenere tutto in ordine. Degni di nota sono l’arredamento di altissima qualità, un piccolo tempio Indù e una sala per sciare su neve artificiale ma non mancano sale da ballo, cinema, palestre e piscine.

Al secondo posto c’è Villa Leopolda in Francia appartenuta a Gianni Agnelli e oggi valutata 750 milioni di dollari e di proprietà di Lily Safra, vedova del noto banchiere Safra.

Medaglia di bronzo per Fairfield, Sagaponack a New York, la proprietà incredibile del magnate americano Ira Rennert che oggi vale oltre 248 milioni di dollari. La casa gode di 29 camere da letto, 39 bagni e tre piscine.

Nel quartiere residenziale ed esclusivo dei paperoni inglesi di One Hyde Park sorge l’incantevole attico da 175 milioni di sterline. Stravagante, lussuoso. di grandissimo design e con vista mozzafiato.

Al quinto posto di questa hit parade sorge Kensington Palace Gardens a Londra acquistata anch’essa da un magnate indiano il cui valore oggi si aggira intorno ai 162 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.