La casa di Alexander McQueen ristrutturata

di Sara Mostaccio Commenta

La casa di Alexander McQueen nel quartiere di Mayfair a Londra è stata ristrutturata: scopriamo i dettagli e le foto della splendida residenza.

La casa di Alexander McQueen a Mayfair, uno dei quartieri residenziali più esclusivi di Londra, è stata ristrutturata e rimessa a nuovo per rendere omaggio ad uno dei più grandi geni della moda scomparso tragicamente pochi anni fa.

La proprietà, acquistata da McQueen nel 2009 per una cifra equivalente a quasi 3 milioni di euro, oggi ne vale quasi 10. Non solo perché la casa ha un valore speciale per essere appartenuta al famoso designer ma anche grazie ad una attenta ristrutturazione che ha valorizzato particolarmente aspetti decorativi in perfetto accordo con l’estetica dello stilista, scegliendo inoltre finiture pregiate e lussuose.

Il progetto ha riguardato una superficie totale di 1.790 metri quadrati, l’intera estensione della casa del cui design interno si è occupato Paul Davis London, celebre firma nel settore. All’interno degli ambienti compaiono anche ritratti di Alexander McQueen, foto delle sue amate muse Annabelle Neilson e Isabella Blow e immagini degli abiti più celebri disegnati dallo stilista.

C’è addirittura una ideale piccola “passerella” circondata da specchi e immagini tratte dalle sfilate più celebrate di McQueen tra cui spicca il famoso motivo decorativo a teschi che viene riportato anche sugli specchi a muro. La palette dominante mixa nero, argento e crema, tra le nuances più presenti in tutte le sue collezioni.

La casa, che sorge al numero 17 di Dunraven Street e Mayfair, fu edificata nel 1897 e fu dimora, tra gli altri, di personaggi del calibro di Alexander Mountbatten, membro della famiglia reale inglese, e dello scrittore Woodhouse che vi abitarono nel tempo, prima che la casa passasse di proprietà diventando la residenza privata di McQueen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.