Alexander McQueen lascia il suo patrimonio tra parenti, animali e opere di carità

di Redazione Commenta

Lo Stilista Alexander McQueen ha lasciato circa £ 50.000 del suo patrimonio generale di £ 16.000.000 per i suoi amati cani.

McQueen, ha lasciato in eredità altre £ 50.000 a ciascuno dei suoi due governanti Marlene e Cesar Garcia, uno dei quali lo ha trovato impiccato in un armadio nella sua Mayfair quasi 18 mesi fa.

Lo stilista ha lasciato la maggior parte dei suoi soldi alla sua beneficenza preferita, tra cui Battersea Dogs and Cats Home nel sud di Londra e il London Buddhist Centre.

McQueen ha lasciato anche £ 50.000 al suo figlioccio e ciascuno dei suoi nipoti, e £ 250.000 a ciascuna delle sue tre sorelle e due fratelli.

Quattro associazioni di beneficenza – The Terrence Higgins Trust, Battersea Dogs and Cats Home, the London Buddhist Centre e il The Blue Cross animal welfare charity di Burford, Oxfordshire hanno ricevuto £ 100.000 ciascuno.

McQueen ha chiesto di considerare l’utilizzo di questo denaro per finanziare borse di studio per gli studenti presso Central St Martin’s College of Art and Design in London, dove ha studiato moda.

McQueen, conosciuto come Lee da amici e parenti, è nato nell’East End di Londra nel marzo 1969. Era figlio di un tassista e ha lasciato la scuola giovane, ma è volato rapidamente attraverso l’industria della moda fino a diventare uno dei più importanti designer del mondo.

Secondo alcuni, lo stilista dopo aver ha visto il suo enorme successo come una “spada a doppio taglio” si è fatto sopraffare dal dolore, specialmente dopo la morte della madre.

Secondo l’inchiesta, la polizia ha trovato un libro piatto del progettista sul retro del quale aveva scritto: “Abbi cura i miei cani, mi dispiace, io ti amo, Lee”.

La duchessa di Cambridge ha indossato per il matrimonio un abito da sposa riccamente decorato, disegnata da Sarah Burton di Alexander McQueen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.