Ivy Shanghai: l’hotel boutique dal tradizionale stile cinese

di Benedetta Guerra Commenta

La vecchia Shanghai incontra il nuovo Ivy Shanghai, un nuovissimo hotel boutique che continua a preservare il classico stile della shanghai anni 50, trasformandola in chiave moderna. L’Hotel è ospitato in un ex cinema anni’50 nella zona residenziale alla moda, presentandosi con una facciata rivestita in edera (da qui il nome Ivy: almeno una parte visto che l’edera deve crescere del tutto prima di rivestire completamente il posto).

Il designer del posto è il francese Dillon Garris, già fautore della ristrutturazione di alcuni Hotel a Hong Kong: la casa di Ruper Murdoch Mogul e la Ivy Shanghai. Il locale si presenta così: Mattoni grigi che ricordano i vicoli di Shanghai; camere con la neon lit, Cina Pop art reinterpretata in chiave moderna.

Il colore predominante è il rosso, cuscini di seta rossi, schermi rossi, arredamento in cachemire rosso, tavoli e mobilio vario in nero, ed anche un maggiordomo che, 24 su 24 verrà assegnato ad ogni ospite, prendendosi cura dei loro capricci, di prenotare biglietti per l’aeroporto e tant’altro ancora. Il prezzo è di circa 335$ a persona tranne per questo periodo, che offrirà alloggio alla modica cifra di 124$, un lusso che in molti possono permettersi … peccato sia troppo lontano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.