Infiniti Essence, concept car di lusso tra sportività, eleganza ed ecosostenibilità

di Giulia Ferri 3

C’è grande attesa per un possibile lancio sul mercato della Infiniti Essence previsto nel 2010 in America e in Giappone, la coupé 2 posti di casa Nissan dopo aver ben figurato sotto i riflettori dell’ultimo Salone di Ginevra sarà tra le protagoniste del Goodwood Festival of Speed 2009, in programma dal 3 al 5 luglio nell’omonimo circuito britannico.

La filosofia di questa concept car realizza l’incontro ideale tra design d’avanguardia e linee classiche, tra potenza e rispetto ambientale.

La livrea a forma d’onda mescola tratti sinuosi a elementi di aerodinamicità tipica di una coupè, rivelando l’attitudine al Dynamic Adeyaka, ovvero il design ispirato dalle forme naturali.

Solo una visione a tuttotondo permette di cogliere i dettagli interessanti di Infiniti Essence:
una vettura tutt’altro che banale, dai lineamenti forti e decisi, dalle dimensioni (4,7 metri di lunghezza per 1,9 metri di larghezza) che ne accentuano il carattere da diva di strada.

L’avantreno più lungo rispetto al retrotreno le dona un’innata sportività, mitigata dalle spigolature smussate osservabili da una prospettiva posteriore, sulla fascia inferiore e il blocco ottico posteriore.

Il cofano amplio e curvilineo risalta la griglia a doppio arco su cui domina il logo illuminato Infiniti.

Se l’estetica è accattivante, il motore ad alimentazione ibrida benzina/elettrico non da meno regala forti emozioni nelle alte prestazioni, fino a ridurre drasticamente consumi e emissioni di CO2 a bassi regimi: al motore V6 3.7 biturbo a benzina da 440 cavalli è infatti affiancato un motore elettrico da 160 cavalli che funziona autonomamente nelle velocità ridotte e d’ausilio in fase di accelerazione, sommando la potenza erogata a 600 cavalli.

L’entrata in funzione di ogni motore, in modalità singola o sincronizzata è gestito alla perfezione dal cambio automatico a 7 rapporti con doppia frizione.

Particolare attenzione alla sicurezza è stata affidata alla tecnologia, che gestisce i dispositivi ausiliari più moderni:
– il BCPBack-up Collision Prevention – sistema di prevenzione delle collisioni in retromarcia,
– il SCPSide Collision Prevention – sistema di prevenzione delle collisioni laterali,
– il DCADistance Control Assist – sistema di controllo della distanza di sicurezza,
– il LDPLane Departure Prevention – sistema di prevenzione di invasione di corsia.

Il bagagliaio è dotato di apertura elettrica con telecomando ed è fornito di 2 elegantissime valige firmate Louis Vuitton.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.