Gennaro Esposito al CastaDiva Resort e Spa: ingredienti Dop e Igp

di Sara Mostaccio Commenta

Il CastaDiva Resort e SPA sul lago di Como decide di puntae su ingredienti di alta qualità, di produzione italiana e con marchi Dop e Igp. Lo fa rivalutando anche una serie di ingredienti normalmente ostracizzati in cucina, come l’aglio e la cipolla, preziosi alleati nella preparazione di molte pietanze ma considerati a torto nefasti attentatori al nostro alito.

Gli chef stellati dicono basta e accolgono gli ingredienti nelle proprie creazioni, molto simili a opere d’arte prima che a piatti da gustare eppure invariabilmente saporiti. Così fa già Gennaro Esposito, chef 2 stelle Michelin e patron de ristorante Torre del Saracino di Vico Equense oltre che giudice di Junior Masterchef e a capo della cucina del CastaDiva.

Secondo il cuoco partenopeo, aglio e cipolla sono irrinunciabili nella cucina italiana e saranno anche tra gli alimenti di tendenza del 2016. Smentisce seccamente la falsa credenza secondo cui aglio e cipolla hanno effetti sgradevoli:

“Ci sono diverse modalità per poter utilizzare aglio e cipolla senza farli diventare degli alimenti invadenti. L’aglio, tante volte, si può sbollentare. Ma comunque è giusto che abbia il suo apporto di profumo, di aroma e di ingrediente, senza ovviamente che sia fastidioso in seguito. Così come la cipolla.”

Oltre a prestare attenzione alla modalità di preparazione, poi, è importante anche scegliere la qualità del prodotto, preferibilmente di provenienza italiana:

“Tutto sta in quale aglio e quale cipolla si usano. Se si usano cipolle e aglio di qualità, come l’aglio balsamico, oppure l’aglio siciliano, l’aglio rosso. Oppure la cipolla di Tropea, la cipolla di Montoro, sono tutte cipolle molto più delicate, digeribili e soprattutto molto raffinate. La grande capacità di uno chef è saper fare sempre una cucina elegante, anche quando ha una certa rusticità: ingentilire qualsiasi ingrediente, per renderlo protagonista o co-protagonista, in maniera adeguata.”

Quanto agli altri prodotti trendy dell’anno, invece? Lo chef li racconta così:

“Sono i prodotti legati all’orto. Trovo moltissimo interesse per ortaggi, verdure e piatti che contemplano l’utilizzo di diverse verdure, anche in maniera innovativa: una verdura può diventare una salsa, può diventare una consistenza, può diventare qualsiasi cosa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.