Asta in favore del FAI: a Villa Necchi Campiglio “la mano dell’architetto” in omaggio a Piero Portaluppi

di Redazione Commenta

Ancora una manciata d’ore a disposizione per partecipare all’asta a favore del FAI in Villa Necchi Campiglio, in via Mozart 14, a Milano.

Dove verranno battute un lotto di oltre 370 tra schizzi e disegni autografati di noti architetti.

L’asta si svolgerà oggi 14 maggio 2009 alle ore 18:30 presso il campo da tennis di Villa Necchi Campiglio, per poter usufruire di una capienza di oltre 500 posti.

Inizierà a conclusione della mostra in loco già aperta il 18 aprile in concomitanza del Salone Internazionale del Mobile, con titolo “La mano dell’architetto” curata da Matteo Schubert e Francesca Serrazanetti di Alterstudio Partners, in omaggio all’architetto milanese Piero Portaluppi (sue le firme di alcuni dei più importanti edifici milanesi tra cui anche Villa Necchi Campiglio e le prime centrali elettriche lungo gli Appennini).

L’evento, organizzato dalla casa d’aste Sothebys’, sarà l’occasione per raccogliere fondi in favore del FAI, il Fondo per L’Ambiente Italiano, che dal 1975 è impegnata per la promozione e la conservazione del patrimonio storico e culturale del nostro Paese.

I disegni autografati appartengono quasi tutti alla mostra di Villa Necchi e annovera le firme prestigiose di 110 architetti tra i quali Tadao Ando, Mario Botta, Renzo Piano, Gae Aulenti, Vittorio Gregotti, Michael Graves, Kengo Kuma, Massimiliano Fuksas, Norman Foster, Alvaro Siza, Bob Wilson, David Chipperfield, Zaha Hadid, Michele De Lucchi, Aimaro Isola, Paolo Portoghesi.

Ma il contributo al FAI non si limita all’asta indetta.
E’ possibile infatti partecipare attraverso un sistema di offerte scritte scaricando il Modulo Manifestazione Interesse, compilarlo indicando il disegno o i disegni di interesse e consegnarlo presso una delle tre sedi della mostra, ovvero oltre a Villa Necchi Campiglio, la Triennale Bovisa in via Lambruschini 31 e la sede della rivista Abitare in via Ventura 5.

Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonando alla sede del FAI numero 02.76340121.

Un occasione unica per gli appassionati di architettura e non e soprattuto una delle tante iniziative del FAI in difesa del patrimonio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.