Lo Zaffiro, la pietra amata dai gioiellieri

di Marco Santaniello Commenta

Lo zaffiro è una delle quattro pietre preziose più conosciute oltre al diamante, al rubino ed allo smeraldo. È conosciuto sin dai tempi biblici: la tavola dei comandamenti di Mose era proprio fatta di questa pietra. Fu uno dei simboli delle famiglie reali in tempi storici, dai tesori di Alessandro Magno a Maria Stewart alla principessa Diana.

La caratteristica principale di questa pietra è il suo ricco colore blu, la sua forte durezza e brillantezza da sempre apprezzata anche dai gioiellieri, fino ai giorni nostri. Oggi abbiamo una miriade di zaffiri e di vari colori: arancio, giallo, verde, violetto, chiamati leucozaffiri. Per i gioiellieri è una pietra gratificante, ed è molto versatile in quanto la si può combinare ed abbinare in svariati casi e situazioni.

Lo zaffiro è la pietra prediletta dell’azienda Stefan Hafner di Bologna: le sue creazione che uniscono l’oro bianco con zaffiri amaranto o arancioni evocano sogni e una particolare ed innovativa lega di oro, dona a questi gioielli un colore ultralucente.
Innamorato della preziosa pietra è anche Carlo Luca Della Quercia le cui uniche composizioni sono alta gioielleria d’arte e scultura. Oggi apprezzati da moltissime celebrities e star dello spettacolo.

Un nome altisonante che fa largo uso dello zaffiro è Chopard, casa gioielliera svizzera, specialmente con la sua recente collezione Copacabana, ispirata al carnevale, al samba, alle fantastiche spiagge ed alle piogge tropicali dell’amazzonia. Gioielli frivoli e coloratissimi come l’atmosfera che li animava. Lo zaffiro blu era la pietra che dava quel tocco di unicità alle composizioni dalla collana, agli orecchini, al bracciale.

La compagnia Bulgari è anch’essa devota agli zaffiri, ricordando la collezione Sapphire Flower: pendagli, orecchini e bracciali in oro giallo con meravigliosi decori in zaffiro che sbocciavano alla vista.

Degno di nota anche l’italiana casa gioielliera JoyElli, che, solo dopo un’accurata selezione, sceglie e certifica, le sue pietre preziose. I gioielli creati mantengono e rispettano la tradizione ma allo stesso tempo rappresentano una loro contemporaneità. Nella collezione Cristiaux d’Emotion troviamo un caos di colori: il design degli anelli è molto classico, ma lo zaffiro centrale è attraversato da 4 linee di diamanti.

Chiudiamo con una curiosità: lo zaffiro più famoso del mondo, Logan, 423 carati, proviene dallo Sri Lanka, oggi custodito dal Smithsonian Institution- Washington, incastonato in una spilla di diamante. Sognatori, iniziate il vostro viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.