Tiger Woods, il talento del golf mondiale ha avuto la strabiliante idea di costruire il proprio campo da golf , ed indovinate dove? Tiger si dice un amante di Dubai, quindi ha deciso di stabilire il suo nome presso Al Ruwaya.

Il campo possederà 18 buche verrà inaugurato a settembre 2009, inoltre sarà accompagnato da un progetto di edilizia abitativa, chiamato il Tiger Woods Dubai, composto da un Hotel di lusso, case padronali, ville private e molto altro ancora.

Il 18 buche, è stato interamente progettato e testato da Tiger Woods, esso si espande per circa un chilometro quadrato, sarà adatto ad ogni tipologia di giocatore, anche per i principianti dove potranno avere dalla loro un team esperto di golf, che insegnerà nella scuola di golf, si potranno avere i consigli dei professionisti, un club house da 13.000 metri quadrati ed un centro termale.

Non è finita qui. Infatti, oltre a questo campo da golf, si prevedono i migliori corsi di golf al mondo, inoltre, Tiger, è così legato al Qatari Tatweer Society, che investirà su ventidue palazzi, sessantacinque case, un centinaio di ville private, un Hotel di ottantasei camere di cui quattordici suites, una piscina da 900 metri quadri, e tra le più lussuose stazioni termali.

Sul campo verde da golf saranno piantati circa 30.000 alberi, in modo da coprire il clima desertico della zona circostante, inoltre molti grandi artisti a livello mondiale hanno deciso di aderire al progetto, tra cui la stilista Elie Saab, architetto d’interni Guy Savoia e molti altri ancora.

Tiger Woods anche questa volta ha trovato il modo di far parlare di se senza fare 18 buche di seguito. Il campione del golf adora Dubai, e sta creando per la nuova città del lusso eccessivo un vero e proprio minimondo, fatto di relax, hobby e lusso. Peccato che il prezzo per risiedere una sola notte all’interno del complesso, costerà lo stipendio di un anno di un lavoratore italiano medio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.