La Ferrari posseduta da Trump venduta per 270 mila dollari

Un collezionista di auto si è aggiudicato una speciale automobile. Si tratta della Ferrari F430 F1 Coupe poseduta da Donald Trump, che l’aveva acquistata nel 2007. Il tycoon l’ha utilizzata solo per quattro anni, percorrendoci solo 3.840 chilometri: praticamente un’auto nuova.

Poi l’automobile era stata venduta da Trump ad un’altro proprietario nel 2011, e questa volta il contachilometri era salito fino a a quota 9.600 km. Il prezzo della straordinaria fuoriserie – sogno di qualunque appassionato di auto – oscillava tra i 250.000 e i 350.000 dollari.

> PININ FARINA PRESENTA LA NUOVA FERRARI DA 400.000 EURO

La casa d’aste Auctions America ha pubblicizzato la vendita definendo la Ferrari come “l’unica super-auto mai posseduta da un presidente americano”. Ed in effetti Trump non aveva badato a spese e addirittura aveva fatto targare la Ferrari con la sigla “DJT” (come le iniziali del presidente). L’acquirente che si è stata aggiudicato l’auto ha sborsato un assegno di 270 mila dollari e ha voluto mantenere l’anonimato.

> MARIAH CAREY REGALA AL MARITO NICK CANNON UNA FERRARI

Si tratta di un prezz assolutamente fuori mercato se consideriamo che generalmente una Ferrari F430 comprata da un altro proprietario (quindi di seconda mano) può avere un prezzo che si aggira tra 125 mila e i 175 mila dollari, mentre questa è stata venduta al prezzo record di 270 mila solo per il fatto di essere appartenuta all’attuale presidente degli Stati Uniti d’America. Insomma il tycoon continua ad essere un nome importante nel mondo degli affari e adesso che è pure diventato i presidente americano, le cose che gli sono appartenute valgono ancora di più.
E non è la prima volta che succede un fatto simile: a gennaio infatti era stata venduta una bottiglia di whisky appartenuta a Trump, a più del doppio del prezzo stimato.

Dopo l’elezione di Trump migliora il mercato delle auto di lusso negli USA

L’effetto Trump non è stato solo negativo. Nonostante la recentissima elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti d’America abbia provocato un po’ di scompiglio, pare che Trump presidente stia aiutando, e non poco, la crescita rapida del mercato azionario statunitense stimolando le vendite delle automobili di lusso. Basti pensare che un portavoce di Lamborghini ha affermato che a gennaio le vendite negli Stati Uniti sono aumentate del 15% rispetto a un anno fa.

Ferrari GT4 Lusso

Dopo alcuni mesi i consumatori sono tornati ad avere fiducia e hanno ricominciato ad acquistare automobili per centinaia di migliaia di dollari. Le vendite di veicoli realizzati da Bentley, Ferrari, Maserati, Porsche y Rolls-Royce sono schizzate di circa il 18% tra l’8 novembre e tutto il mese di gennaio, rispetto allo stesso periodo di un anno fa, secondo i dati di Autodata Corp. Le cifre superano di gran lunga i guadagni realizzati da questi marchi nei 10 mesi precedenti. I motivi sono semplici: gli acquirenti di questo tipo di beni avevano anche prima le risorse necessarie ma adesso che il mercato azionario è stabile si sentono più sicuri ad affrontare un acquisto importante.

> KOENIGSEGG TREVITA: L’AUTO PIU’ COSTOSA AL MONDO E’ SVEDESE

E sembra che la situazione potrebbe ancora ulteriormente migliorare, proprio grazie alle nuove politiche fiscali promesse dal presidente Trump come lo stimolo fiscale e i tagli alle tasse, che rafforzeranno i profitti delle aziende e continueranno a far crescere le azioni.

> MORGAN: AUTO DI LUSSO

Secondo Alessandro Farmeschi, chief operating officer di Automobili Lamborghini America:

Gli acquirenti si sono trattenuti a ottobre e a inizio novembre. Dalle elezioni abbiamo ricevuto solo segnali positivi dal mercato. Di solito Gennaio non è un mese così positivo dopo le vacanze, ma quest’anno è stato diverso.

Sul sito della Casa Bianca i gioielli di Melania Trump per QVC

Che nel sito ufficiale della Casa Bianca si parli della First Lady è cosa abbastanza normale, ma quello che è veramente strano è la scelta di Donald Trump di inserire un’intera pagina dedicata alla biografia dettagliata della moglie Melania Trump, testo nel quale non si parla soltanto dei suoi interessi e delle sue attività benefiche ma si fa un elenco dettagliatissimo delle sue apparizioni pubbliche, dei servizi fotografici, dei magazines su cui è apparsa, e perfino delle sue abilità da business woman, in particolare nell’ideazione della sua collezione di gioielli “Melania Timepieces and Jewelery” per QVC, il noto canale di vendite in tv.

Ed è già polemica accesa, perchè moltissimi siti web americani sospettano che dietro l’inusuale biografia della moglie di Trump ci sia una furbissima operazione commerciale di pubblicità e che Trump abbia provato a puntare l’attenzione sui business della moglie. Solo venerdì, sul sito della Casa Bianca era possibile leggere anche il diretto riferimento al canale di vendita QVC, ma quel particolare passaggio della biografia è stato poi modificato in quanto QVC attualmente non si sta curando della vendita della collezione di gioielli della signora Trump.

Resta però il sospetto che l’inserimento di questo passaggio nella biografia sia stato intenzionalmente rivolto a fare pubblicità agli interessi di business della famiglia del Presidente USA e giornali online come il Washington Post pongono l’accento sulle implicazioni etiche di una tale scelta, che dimostrerebbero come gli interessi privati di Donald Trump siano in forte conflitto con il suo ruolo pubblico di Presidente degli Stati Uniti d’America.

 

Trump Phone, un iPhone dedicato al nuovo Presidente USA

L’elezione di Donald Trump come nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America ha lasciato quasi tutti di stucco ma si cavalca l’onda della popolarità del controverso personaggio ed ecco fiorire gadget a tema e proposte lussuose al pari del suo tenore di vita: parliamo per esempio del Trump Phone, un iPhone molto particolare.

trump phone

Per prima cosa è un accessorio deluxe, il suo valore supera abbondantemente i 3000 dollari. È uno smartphone di casa Apple personalizzato da Caviar con l’effige del già celeberrimo Presidente americano riportata sulla scocca posteriore del telefono.

Caviar non è nuova a trovate del genere, già aveva prodotto in passato un cellulare Apple personalizzato con il volo del Presidente russo Vladimir Putin. Perché non dedicarne uno anche al personaggio politico più chiacchierato del momento? Detto, fatto.

Si tratta di un iPhone 7, l’ultimo modello disponibile dell’azienda di Cupertino, personalizzato con una scocca di materiali pregiati. La parte posteriore del telefono è completamente rivestita d’oro con il ritratto a rilievo di Donald Trump.

Il ritratto è inserito in un tondo con il nome del personaggio, quasi fosse una moneta di nuovo conio o una medaglia celebrativa. Un modulo che era già stato sperimentato, evidentemente con successo, con il volto di Putin e l’uso degli stessi materiali. Cavallo che vince non si cambia, insomma. E se il personaggio è molto discusso, tanto meglio.

Il prezzo richiesto per questo gioiello tecnologico è di 3400 euro ma siamo sicuri che solo i sostenitori del nuovo quanto contestato Presidente vorranno possederne uno. E chissà che proprio Trump non ne diventi il primo portatore nonché ovvio testimonial?

Donald Trump acquista il lussuoso Turnberry Golf Resort

Turnberry Golf Resort
Il noto e miliardario imprenditore statunitense Donald Trump ha aggiunto un altro “piccolo tassello” alle sue multi proprietà con l’acquisto del resort extra lusso Turnberry Golf Resort, un complesso di hotel a cinque stelle e campi da golf considerato come il più famoso al mondo, una leggenda per gli amanti dello sport.

Donald Trump, ha offerto 170 milioni di dollari per il Golf Resort di Miami messo all’asta fallimentare

Il miliardario Donald Trump vuole ampliare il suo vasto patrimonio investendo circa 170 milioni di dollari per acquistare il Doral Golf Resort&Spa di Miami.

Trump ha fatto l’ offerta per avere sotto la sua amministrazione la proprietà, in fallimento all’inizio dell’anno. Bloomerg ha riportato che Trump ha deciso di recarsi presso il tribunale fallimentare in attesa della transazione.

Casinò Taj Mahal di Atlantic City by Donald Trump, la vincita è in operazioni di chirurgia estetica

Il casinò di proprietà del miliardario Donald Trump ha recentemente lanciato un nuovo sistema di guadagno. Sto parlando del casinò Taj Mahal, di Atlantic City, che consente di risparmiare la somma di $ 25.000 dollari trasformandoli in chirurgia estetica.

Se si vuole un seno più grande, se si è stanchi delle maniglie dell’amore, delle borse sotto gli occhi, il collo da gallina, botox e così via, date un’occhiata al Taj Mahal … potrebbe essere il vostro giorno fortunato!

Donald Trump, due anni di contratto televisivo per 160 mln di dollari

Dopo un mese dalla decisione di non partecipare alle elezioni del 2012, il magnate Donald Trump è riuscito ad ottenere un contratto multi-milionario dalla NBC/Universal di 160 milioni di dollari all’anno per due anni per la conduzione del programma televisivo “Celebrity Apprentice“.

A riportare la notizia è stato il New York Post che ha anche reso noto che il suo co-produttore sarà Mark Burnett per due anni di contratto.

Inaugurazione a luglio della Trump Tower in America Latina

Ecco a voi la torre più alta dell’America Latina, il gioiello di 284 metri che sarà inaugurata i primi di luglio. La Trump Tower, costruita da una società colombiana di architetti Arias Serna Saravia, è veramente un gioiello, ed è composta da 27 impianti di risalita, un casinò, piscine, un centro commerciale, ristoranti, galleria d’arte, un ‘isola con un club privato e un centro di incontro su una superficie di 4.200 mq. L’hotel in questa torre, nel frattempo, offrirà 47 suite e una terrazza di 900 mq con vista sul mare.

Secondo Thierry Baur, direttore del marketing, oltre l’85% degli appartamenti sono stati venduti tra i 250.000 e un milione di dollari, più che altro agli acquirenti di cittadinanza straniera. Questo è il primo hotel del miliardario americano al di fuori degli States, ed ha investito non meno di $ 400 milioni per questo primo gioiello capostipite di una lunga serie di hotel internazionali.

Donald Trump: critiche anche da Robert De Niro

Donald Trump, il milionario newyorkese che in questi anni si è occupato di mercati immobiliari, comparsate nel Wresting e nel reality americano The Apprentice, è molto popolare per le sue dichiarazioni sul suo blog personale e non manca di subire critiche per le sue esternazioni.

Niente di così dissidente, ma è evidente che quando un ricco facoltoso e popolare “spara a zero” c’è sempre qualcuno pronto a rispondergli. Questa volta è il celeberrimo attore Robert De Niro, che riferendosi a lui per aver insinuato l’ipose che il presidente Barack Obama non fosse americano ha commentato al Tribeca Film Festival di New York:

Donald Trump, ha ricevuto AAA Five Diamonds Award per la catena di alberghi

Il milionario Donald Trump, ha ricevuto il riconoscimento Nord America nel settore albergiero, l’AAA Five Diamonds Award, per la sua catena di alberghi Trump International Hotel & Tower.

Chi si aggiudica questo premio di riconoscimento? Semplice, dopo essere state valutate in maniera globale, le strutture che se lo aggiudicano sono quelle che danno alla clientela un’altissima qualità sotto ogni aspetto, dal personale fino ai servizi.

Donald Trump ha deciso di costruire una Trump Tower a Mumbai

Il magnate Donald Trump ha deciso di entrare nel mercato immobiliare Indiano. Ebbene si, il ricco signore americano, vuole costruire una Trump Tower a Munbai e per realizzarla il gruppo lavorerà insieme ad un partner locale per un edificio residenziale di lusso.

L’edificio conterrà all’incirca 45 appartamenti di lusso, con tanto di centro benessere, mini teatro, palestra e sistemi di sicurezza ad alta tecnologia.