Six Senses Resort Laamu, il Paradiso delle Maldive

di loretta martino Commenta

Cristalline e meravigliose acque turchesi, palafitte dai tetti di paglia, un salotto privato da cui poter ammirare l’incantevole mare che scorre proprio sotto i vostri piedi, non c’è niente di più impressionante e bello del Six Senses Resort Laamu, il paradiso delle Maldive dove tutto è come sembra sebbene possa apparire un fotomontaggio realizzato con Photoshop.


Tutto intorno a voi sarà un’esperienza a 360 gradi, vi sentirete granelli di sabbia nell’infinità dell’Oceano Indiano. I più fortunati che potranno soggiornare nella Suite con piscina avranno dunque non solo l’accesso diretto al mare perché tramite i piccoli scalini della zona soggiorno si potrà accedere direttamente alle acque cristalline, ma anche all’incredibile piscina nel mare e attraverso la piattaforma in vetro sarà possibile anche ammirare le infinite varietà di pesci che circondano la laguna tra cui i bellissimi delfini.

L’intera struttura è una combinazione di ville costruite sulla terra ferma e più precisamente sulla spiaggia e di palafitte sospese dunque sul mare, tutti interamente realizzati con materiali sostenibili e in perfetto rispetto del paradiso circostante.

Luoghi intimi, eleganti, capaci di regalare un servizio intelligente che inizia con l’empatia verso il luogo in cui si è ospiti. Ogni giorno è una scoperta nuova, un piacere dei sensi, una curiosità che spinge i visitatori a scoprire cosa si cela in questo paradiso terrestre, la cultura, le tradizioni e la natura che circonda il Six Senses Resort Laamu.

L’atollo delle Maldive è davvero un’isola privata composta da tre spiagge e piscine private sebbene immergersi nelle acque della piscina possa sembrare davvero sprecato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.