Mercedes EQS, ecco le novità in termini di sostenibilità e lusso

di Sonia Pesce Commenta

Quando si nomina la Mercedes Classe S, si fa sempre riferimento a una maxi berlina di gran lusso, il cui obiettivo è quello di puntare a garantire la massima praticità possibile. Certo, come si può facilmente intuire, è necessario avere un conto in banca importante per potersi permettere una vettura del genere.

Detto questo, la nuova Mercedes EQS si caratterizza per riuscire a riunire stile, ma anche tanta tecnologia, senza però mettere in secondo piano il piacere di mettersi alla guida. Vista dall’esterno, questo nuovo gioiellino pare più che altro una sorta di vera e propria astronave. Infatti, dando un’occhiata alle misure, è alta 150 centimetri ed è larga 190, con una lunghezza pari a 502 centimetri.

La parte frontale, così come i gruppi ottici si caratterizzano per riprendere le medesime linee che hanno caratterizzato le altre vetture elettriche del colosso Mercedes. Di conseguenza, non è una novità la striscia luminosa a LED che praticamente scorre per tutta la lunghezza della vettura.

Nella versione di serie troviamo le ruote posteriori, che sono in grado di sterzare di ben quattro gradi e mezzo, con una serie di optional si può arrivare anche fino a 10 gradi. Si tratta di un accessorio che offre a chi si mette alla guida un livello di agilità a dir poco impressionante, che torna decisamente utile per gestire una berlina di tali dimensioni, in modo particolare nel momento in cui c’è la necessità di fare manovra. Un piccolo neo, di conseguenza, è rappresentato dagli ingombri, che sono piuttosto notevoli.

Il profilo fa apparire una linea curva che è quasi continua, anche per via del fatto che i montanti sono stati collocati più verso le parti estreme della carrozzeria. Una soluzione che ha permesso di diminuire notevolmente gli sbalzi, aumentando la muscolosità delle fiancate e la bassezza del muso.

Ogni dettaglio che è presente sulla nuova Mercedes EQS è stato sviluppato e creato appositamente per cercare di diminuire il più possibile l’impatto dell’aria. Ecco spiegato il motivo per cui, questa nuova berlina tedesca, è in grado di garantire un coefficiente aerodinamico pazzesco, pari a 0.20. Al suo interno, troviamo un lusso incredibile: pelle e materiali di elevatissimo pregio, con finiture che lasciano a bocca aperta, ma anche tanta tecnologia che rende questa vettura davvero simile a una sorta di astronave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.