Lampada Vortexx: l’illuminazione che diventa arte

di Redazione Commenta

Stignani, da quasi 50 anni ormai, è celebre per le sue opere di illuminotecnica di case private, gallerie e anche per l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Punti di forza dei fratelli Luciano e Marco sono il design e la qualità. Nel loro store-galleria è possibile trovare quanto di meglio in fatto d’innovazione illuminotecnica. I marchi ospitati sono celebri in tutto il mondo: Artemide, Atelier Sedap, Flos e la Zumbotel Lighteriors.

Proprio quest’ultima è stata protagonista di un evento speciale ospitato negli spazi di via Ostiense a Roma, la presentazione dell’opera arte illuminotecnica Vortexx creata dall’architetto Zaha Hadid, l’ideatrice del progetto del Museo Maxxi, e Patrik Schumacher.

Ben 2 metri d’altezza per 1,5 di larghezza per un oggetto totalmente realizzato a mano e composto da 60 pezzi assemblati da fibre di vetro. Un vortice luminoso, un fascio di luce continua che si snoda su se stesso e che incuriosisce gli osservatori stimolando, attraverso le sfumature dei colori più caldi, la fantasia e l’immaginazione.

Lo Chandelier in questione si fissa direttamente al soffitto con una speciale sospensione. Sono stati realizzati solo 25 esemplari al mondo, che entrano così a far parte della storia del design.

Nello store è possibile trovare anche il lampadario “Lq” disegnato da Hani Rashid, che reinterpreta in maniera innovativa i lampadari di cristallo del XVIII e del XIX secolo. La composizione si basa sull’unione di elementi cromati a forma di tulipani che si schiudono verso il basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.