Premio Strega 2016, finale al Parco della Musica di Roma

di Sara Mostaccio Commenta

La finale del Premio Strega 2016 avverrà al Parco della Musica di Roma in diretta tv per celebrare i 70 anni dep prestigioso premio letterario.

Si avvicina la data della premiazione della nuova edizione del Premio Strega 2016 che quest’anno avrà luogo nell’Auditorium del Parco della Musica di Roma con una speciale serata di lusso. Tra la cinquina arrivata in finale, composta da Edoardo Albinati, Eraldo Affinati, Vittorio Sermonti, Giordano Meacci ed Elena Stancanelli, sarà dunque scelto il vincitore del 2016 in un contesto completamente nuovo.

La serata sarà condotta dalla giornalista Loredana Lipperini insieme al regista Pino Strabioli e celebrerà i 70 anni del celebre premio promosso dalla Fondazione Bellonci con la storica collaborazione del Liquore Strega che dà anche il nome al prestigioso premio.

La finale sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai 3 a partire dalle 23 con una serata di gala che celebra un traguardo importante e vuole ripercorrere la storia del premio. Per una volta l’evento si sposterà dal Ninfeo di Villa Giulia che tradizionalmente, sin dal 1947, accoglie la nomina del vincitore.

“Quest’anno per la settantesima edizione abbiamo deciso di raccontare chi siamo, da dove veniamo – dice Giuseppe D’Avino, presidente di Strega – Il fascino del Ninfeo veniva apprezzato soprattutto dalle persone presenti ma il Premio Strega non parla solo a loro: un premio letterario si fa a beneficio della comunità dei lettori ed è soprattutto a loro che vogliamo raccontare questi settant’anni.”

L’Auditorium del Parco della Musica può accogliere fino a 1200 persone e grazie alle possibilità di allestimento tecnico consente di proporre una narrazione visiva più spettacolare, sia per i presenti che per chi segue l’evento da casa in televisione.

Per l’occasione è stato rivisitata anche la tradizionale urna per le votazioni da parte dell’artista Manuele Fior. La Fondazione Bellonci gli ha chiesto di reinterpretare la classica illustrazione del pittore Mino Maccari riportata sulla prima scatola di cartone che fungeva da urna. L’artista lo ha fatto ibridandola con i manifesti storici del Liquore Strega realizzati da Dudovich e le firme dei diversi vincitori del premio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.