Miss Gala Theo: Bon Ton e Battesimo

di Benedetta Guerra 1

Buon pomeriggio cari lettori, sono di nuovo io, Virginia Galatheo la vostra docente di Bon Ton, pronta anche questa settimana ad esaudire qualsiasi curiosità sull’arte del sapersi comportare.

Dopo una settimana esagerata, in giro quà e là per tutto il mondo, torno da voi con un nuovo argomento: Le regole del perfetto Battesimo.

Lo so che non è un argomento d’interesse globale, ma anche in quelle situazioni c’è un manuale da seguire di buone maniere, tutt regole semplici, da seguire attentamente per non cadere in fallo e fare brutte figure.

La prima cerimonia a cui parteciperà vostro figlio/a sarà (dipende anche dalla fede religiosa che si ha)il battesimo.

Al battesimo, oltre a genitori, padrino e madrina, saranno presenti i nonni, i fratelli dei genitori (zii di primo grado del bambino) con i loro figli e coloro che davvero sono vicini alla coppia ed al piccolo come gli amici del cuore o parenti che si frequentano.

Massimo 20/25 persone che dopo la cerimonia, potranno essere ricevute a casa o a ristorante e il cui abbigliamento dovrà essere sicuramente sobrio, un completo intero con giacca e cravatta per i signori e tailleur o vestito per le signore.

Possibilmente è meglio evitare parure di gioielli, trucco pesante, scollature o minigonne vertiginose, meglio evitare nero e viola.

La mamma del bambino dovrà essere in forma e curata, dal trucco alla pettinatura con indosso un abito elegante ma non da sera, evitando tacchi troppo alti, dall’altra parte il papà indosserà un completo grigio/blu con camicia chiara e cravatta.

Per il festeggiato so dovrà utilizzare molta raffinatezza e praticità: bisogna dare attenzione alla comodità, quindi indosserà abiti carini morbidi ed adatti alla stagione del resto il piccolo, quel giorno, dovrà essere agevolmente cambiato anche nella toilette di un ristorante, dovrà fare la poppata in un ambiente estraneo.

Ricordarsi il baby borsone, con l’occorrente per pappa e vari cambi, ma non dovrà essere portato in chiesa.

Gli invitati sono tenuti ad offrire un regalo al bambino e chi desidera offrire un regalo apprezzato può dunque chiedere ai genitori se necessitano di qualche cosa per il piccolo, oppure chiedere se hanno aperto un conto corrente a nome del bambino ed eseguire un versamento proporzionale al budget stanziato per eventuale regalo.

E’ fuori luogo portare in dono fiori e piante il giorno del battesimo, così anche per regali come passeggini e fasciatoi che, si faranno pervenire alla famiglia con qualche giorno prima.

Per gli inviti si consigliano i classici biglietti scritti a mano, su carte naturali e non dovrebbero riprodurre paperotti, cuccioli o cicogne, ma al massimo il colore che alluda al sesso del bambino, e dovranno essere spediti 20 gg. 1 mese prima del battesimo e seguiti, ad una settimana dall’evento, da una telefonata di conferma.

fonte

Commenti (1)

  1. vOLEVO SAPERE CHE PAROLE SAREBBE MEGLIO USARE SUI BIGLIETTI DI INVITO, POTREI AVERE UN ESEMPIO. GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.