Horror hotel, gli alberghi di lusso più spaventosi del mondo

di Redazione Commenta

Che sia Halloween o no in questi hotel non sarete sicuramente mai soli ma anzi a farvi compagnia ci penseranno fantasmi, streghe e spiriti di tutti i generi. Ecco allra qui di seguito gli hotel per gi amanti del brivido e dell’horror, alberghi che affascinano per la loro struttura inquietante e per le presenze che si celano negli armadi o dietro le tende.


Al primo posto risiede uno degli hotel più conosciuti al mondo all’interno del quale, nel corso degli anni sono capitate cose non proprio giuste. Si tratta dell’hotel che ha ispirato Shining, uno dei film più inquietanti del panorama mondiale. Non a caso lo scrittore fu ispirato proprio durante il soggiorno nella camera 217 dello Stanley Hotel in Colorado sebbene c’è chi dica che sia nella stanza 418 che lo spirito di alcuni bambini disturba il sonno degli ospiti, quindi restate in guardia da un paio di bimbe gemelle!

Bello, storico e assolutamente elegante. Il Fermont Chateau Laurier si presenta così, uno splendido castello in stile rinascimentale voluto fortemente e progettato da Charles Melville Hays che durante un viaggio a Londra per acquistare mobili per arredare il suo hotel non fece mai più ritorno in Canada. Il suo fantasma sembra si aggiri per le camere del castello che non ebbe mail il piacere di vedere finito nonostante gli sforzi.

Ricco di storia e di mistero è invece il Talbot Hotel nel Regno Unito, il castello risalente al 1100 d.C. che ha avuto l’onore do ospitare due personaggi di rango reale come Riccardo III e Maria Stuarda processata e decapitata proprio in quel luogo. Si narra infatti che la famosa scala presente nel castello sia stata proprio quella da cui scese Maria Stuarda mentre andava al patibolo. E la sua anima continua a vagare per il castello rendendo poco piacevole il soggiorno degli ospiti che vedono cadere ripetutamente il suo ritratto dalla parete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.