Castelli in Italia: l’agenzia del Demanio li dà gratis agli under 40

di AnnaMaria Commenta

Avete sempre sognato di possedere un castello immerso nella campagna toscana o posizionato in una zona strategica e panoramica della Sicilia?  E’ giunto il vostro momento per realizzare questo sogno.

L’Agenzia del Demanio italiana ha annunciato che concederà gratuitamente più di 100 edifici in disuso, compresi castelli medievali, antichi casali e monasteri in rovina. Suona troppo bello per essere vero? Esatto, e infatti c’è una condizione: i potenziali proprietari saranno tenuti a ripristinare e restaurare le loro proprietà appena acquisite e trasformarle in prospere, e possibilmente lussuose, attrazioni turistiche, come alberghi, ristoranti e centri termali.

> CASTELLI IN VENDITA

Il progetto fa parte degli sforzi del governo italiano per promuovere il turismo in otto dei distretti meno conosciuti del paese. I siti messi a disposizione sono tantissimi, situati lungo tutta la costa del paese fino alla Sicilia, e non solo vantano una ricca storia ma anche meravigliose viste panoramiche sulla campagna e sul mare.

> CASTELLI DI LUSSO

Per candidarsi è necessario inviare una proposta che specifichi i piani di restauro dettagliati. Una preferenza speciale sarà data ai candidati al di sotto dei 40 anni. Ai candidati che supereranno con successo la selezione saranno concesse la proprietà del sito per nove anni, con possibilità di estendere la concessione per altri nove anni dopo l’interruzione del periodo iniziale.

> IL PIU’ GRANDE CASTELLO AL MONDO IN VENDITA A 30 MILIONI DI DOLLARI

Le candidature sono aperte e c’è tempo fino al 26 giugno 2017, ma non preoccupatevi se non riuscirete a mettere le mani adesso sul castello italiano dei vostri sogni. Il governo infatti intende aggiungere altri 200 edifici all’elenco di quelli disponibili nei prossimi due anni.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.