Auto d’epoca: la Giulia compie 50 anni

di Giulia Ferri Commenta

E’ una delle auto storiche che ha avuto il merito di ereditare i successi della più austera Giulietta e di ampliare gli orizzonti di un marchio che ha avuto grandi stime e apprezzamenti in tutto il mondo (si mormora di un ritorno del Biscione nell’ostico mercato americano). La Giulia, uno dei primi esempi di auto di lusso accessibile compie 50 anni. Era il 27 giugno 1962 quando la Giulia TI fu presentata a Monza in quell’autodromo dove l’Alfa Romeo aveva collezionato fior di successi.

Una vettura che faceva sognare. Nel nostro immaginario è scolpita come la gazzella della polizia che seguiva i malviventi anche scendendo le scale ma anche del rombo del motore della Giulia Sprint GTA che morde l’asfalto. All’epoca la Giulia fu la prima e vera macchina dotata di un aerodinamicità rivoluzionaria, ancora oggi non farebbe brutte figure alla galleria del vento. Proprio ieri c’è stato un tributo sulla pista sperimentale di Balocco, anch’essa battezzata 50 anni fa tra le risaie del vercellese. Sempre da Balocco partirà la nuova Giulietta Quadrifoglio Verde alla volta del Goodwood Festival of Speed.

E’ una delle auto più agili e potenti adatte per le prestazioni sposrtivi ma anche per evidenziare uno status più arrembante (i fanali anteriosi infatti assomigliano a una persona che ha uno sguardo corrugato). Possiamo affermare che da qui in poi Alfa Romeo acquisterà una forte immagine di sportività e classe, connotazioni che la porteranno ad essere insieme a Lancia, uno dei marchi più conosciuti e rispettati al mondo.

Se la storia alfista ha una pietra miliare da elevare sopra ogni altro capitolo, allora la Giulai rappresenta l’apoteosi di una casa automobilistica che si era prefissata il meglio del meglio e ci è riuscita nonostante qualcuno all’inizio criticasse la forma squadrata e tondeggiata. Sarà il motore 1600 con le valvole di scariche raffreddate al sodio, sarà il potetente impianto frenante, sarà il coefficente di penetrazione aerodinamica, il successo di questa vettura rimane indiscutibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.