L’auto elettrica più veloce del mondo

di Sara Mostaccio Commenta

La nuova NIO EP9 è l’auto elettrica più veloce del mondo, ideata dalla startup cinese NextEV che ha scelto una linea filante e avveniristica.

Ha un nome che sembra una formula chimica ma somiglia anche ad una formula magica, perché riuscire a far correre un’auto elettrica è davvero un po’ magia: ecco la NIO EP9 by NextEV, l’auto elettrica più veloce del mondo.

È di produzione cinese e la Cina dimostra ancora una volta quanto il suo mercato in espansione si riveli forte in ambito internazionale proponendo soluzioni innovative sia nella tecnologia che nel design, come dimostra l’ultima creazione che sfida l’Occidente.

L’auto, creata dalla startup emergente NextEV, è riuscia a stabilire il record mondiale sul circuito di Nürburgring, in Germania, completandolo in appena 7 minuti e 5 secondi. A questa potenza si associa un design avveniristico e accattivante. L’insieme di tutti questi elementi è capace di lasciare tutti a bocca aperta.

NextEV ha voluto dare alla sua auto una potenza mai raggiunta prima dalle auto elettriche, che devono spesso rinunciare a questo aspetto in funzione di una maggiore affidabilità rispetto alle auto a carburante che possiedono una potenza esplosiva maggiore. La scelta eco-friendly ha il suo costo, insomma. O almeno lo ha avuto fino ad ora perché non è più necessario rinunciare alla velocità.

L’auto pesa 1735 chili, 635 dei quali di sola batteria. La struttura è realizzata in fibra di carbonio in modo da garantire il minor peso possibile. Sotto il profilo estetico si è puntato su linee filanti e su un linguaggio di sapore avveniristico con una silhouette elegante e fluida.

La velocità massima dell’auto sfiora i 313 chilometri orari. Il prezzo è altrettanto sbalorditivo perché per una vettura è richiesto un esborso da 1.2 milioni di dollari. Sono solo 6 le auto prodotte fino ad ora ma non ci si fermerà qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.