Wing House: villa costruita con i pezzi di un Boeing 747

di Redazione Commenta

Il gruppo di architetti della David Hertz Architects Inc., con sede a Santa Monica negli Stati Uniti, è specializzato nella progettazione e realizzazione di progetti residenziali e commerciali ecologici.

David Hertz Architects Inc. favorisce l’utilizzo di materiali riciclati, realizzando di progetti piuttosto insoliti e spettacolare.

La Wing House e una residenza perfetta, situata sulle colline a poca distanza da Malibu, e gode di una vista eccezionale sulle montagne circostanti e l’oceano Pacifico, inoltre questa lussuosa residenza ha utilizzato la cabina e le ali di un Boeing 747-200 per la sua realizzazione.

Le due ali principali e lo stabilizzatore della sezione di coda fungendo così da tetto per la camera da letto principale, la piattaforma di FirstClass e parte della fusoliera sopra sono stati utilizzati per il tetto di una guest house, mentre la metà inferiore della fusoliera è stato utilizzato per il tetto di un fienile.

Lo scopo era di produrre una struttura dalle forme arrotondate, secondo i desideri del proprietario, e sfruttare al meglio il panorama.

L’idea di utilizzare per il tetto un l’ala di un aereo, ben presto è apparsa evidente. Dopo la modellazione, le ali del potente Boeing 747-200 sembravano essere perfettamente adatte al progetto.

Fu presa la decisione di acquisire un Boeing 747-200 parcheggiato nel “cimitero” per gli aerei nel deserto della California.

Venduto al prezzo della materia prima, l’alluminio, Boeing 747-200 ha un valore di circa $ 50 000, aggiungendo a questa somma il costo del trasporto fino al sito in elicottero delle varie parti del velivolo ($ 8,000 / l’ora), e tenendo conto dei risparmi sui costi di fabbricazione di pezzi diversi utilizzati, il progetto è stato economicamente redditizio.

Negli Stati Uniti, la quantità di alluminio scartate da parte dei consumatori e l’industria in un anno, permettono di ricostruire ogni tre mesi l’intera flotta di società statunitensi.

Nel 2008 il consumo globali di alluminio era di 37 milioni di tonnellate
, la Cina rappresentava il 33% di questo consumo, gli Stati Uniti 15%, Giappone 6%, Germania 5%. Francia e il 3%.

L’alluminio è il metallo più consumato nel mondo dopo il ferro, ma ha il vantaggio di poter essere riciclato praticamente all’infinito.

Realizzando la Wing House, gli architetti David Hertz Architects Inc.. hanno dimostrato ancora una volta che con il senso di creatività, talento è possibile dare alla luce il vero lusso contemporaneo dal design originale e spettacolare, integrando il concetto di sviluppo sostenibile in progetti architettonici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.