Venduto all’asta lo scrittoio di Hitler

di Benedetta Guerra Commenta

Giovedì scorso, la casa d’aste di New York, Alexander Autographs, ha visto in vendita un pezzo di storia molto interessante. La scrivania messa all’asta era di Hitler ed è famosa per essere stata protagonista in alcune foto storiche di Hitler, Benito Mussolini, Neville Chamberlain e Édouard Daladier e perché su di essa è stato firmato il patto di Monaco.

Come mai questo scrittoio è in mano agli Stati Uniti? E’ semplice. Diversi oggetti sono stati trovati dai militari americani nel seminterrato di una casa che era di Hilter, qui hanno trovato lo scrittoio, le pistole con pietre preziose, un anello d’oro con rubino così come molte opere d’arte rubate.

Come spiegato dal portavoce della casa d’aste, “Come tutti i GI, il tenente McConn voleva un souvenir di guerra e si prese la scrivania. ”

Questa scrivania di rame, disegnata da Hilter stesso ha impresse l’aquila e la svastica e le iniziali “AH”, ed è stata acquistata da un collezionista della West Coast al prezzo di 423.000 dollari, mentre era stata stimata tra 500.000 e 600.000 dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.