La vacanza del futuro sarà all’insegna del lusso

di loretta martino Commenta


Come sarà la nostra vita tra 10 anni? É sempre difficile rispondere a questa domanda ma sicuramente un po’ più semplice è pensare a come saranno le vacanze del futuro dato che le prime costruzioni sono già in cantiere. Nel 2024 la tecnologia sarà assoluta protagonista della vita di tutti i giorni, si potrà dimorare in abitazioni extraterrestri o cenare a diretto contatto con il mondo subacqueo. Cosa ci riserverà il futuro? Ecco alcuni esempi.

Secondo il rapporto sul futuro del viaggio 2024 realizzato da Skyscanner i satelliti e gli oceani diventeranno le dimore del future nonché straordinarie destinazioni di viaggio. Sarà facile, infatti, svegliarsi la mattina e osservare dalla finestra della propria stanza pesci di tutte le specie, ne è un esempio la suite Neptune and Poseidon presso l’Atlantis Hotel di Dubai.

Gli amanti dello spazio, invece, potranno avere un contatto diretto con gli extra-terrestri dato che presto si potranno visitare e si potrà soggiornare nei nuovi resort del cielo capaci di contenere spa e centri benessere a gravità zero, piste di pattinaggio nello spazio, osservatori spaziali in cui gli ospiti potranno sperimentare l’assenza di gravità.

Altissimi i livelli di tecnologia a disposizione degli hotel capaci di captare e studiare gli ospiti al fine di regalare loro un’esperienza altamente personalizzata, le stanze saranno progettate per resettare l’orologio biologico in seguito al jet lag o ancora dalle docce fuoriuscirà insieme all’acqua infusi di vitamina D. Non ci sarà bisogno di tenersi in forma nei centri benessere e nelle palestre degli hotel perché ci si potrà allenare dinanzi allo specchio grazie al personal trainer digitale.

La vacanza del futuro sarà un’esperienza di grande lusso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.