Pierre Hermé miglior pasticcere del mondo

di Sara Mostaccio Commenta

Il re del macaron Pierre Hermé ha conquistato il titolo di miglior pasticcere del mondo secondo World’s 50 Best Restaurants.

È il re del macaron e fa una concorrenza spietata al più classico Ladurée ma le sue creazioni vanno ben oltre il pasticcino colorato di meringa alla mandorla, non per nulla Pierre Hermé è stato nominato miglior pasticcere del mondo.

miglior pasticcere del mondo

Conquista così il primo posto come Best Pastry Chef secondo World’s 50 Best Restaurants che ha insignito il pasticcere francese del prestigioso titolo. Ne aveva già conquistati altri, e tutti ambitissimi: nel tempo è stato definito Uomo dei macaron, il Picasso della pasticceria, Virtuoso dello zucchero, Imperatore della cucina e il Dior dei desserts.

Nato nella regione alsaziana, Pierre Hermé ha cominciato presto a dilettarsi in cucina iniziando a soli 14 anni un apprendistato con il famoso pasticcere Gaston Lenôtre. Già a 24 anni aveva dimostrato un innato talento per l’alta pasticceria e collaborava con Fauchon.

Poi è stata la volta di Ladurée dove ha appreso l’arte del macaron che ha poi modificato, personalizzato, ulteriormente raffinato e proposto in innumerevoli varianti, spesso ricercate, esotiche e sperimentali. Tra i gusti più avventurosi si ricordano olio d’oliva e vaniglia; fico, fois gras e arancia; Campari e pompelmo rosa.

Nel 1998 aveva già inaugurato la sua prima boutique a Tokyo espandendosi poi in tutto il mondo, senza trascurare i mercati asiatici. È sua la celebre creazione dell’ispahna rosa con lampone, licthi e acqua di rose. Numerose sono infine le collaborazioni con vari artisti, non solo della pasticceria. Oggi la sua gamma include torte, tartine, cioccolatini, marmellate e naturalmente gli immancabili macarons.

Un titolo più che meritato, dunque, considerando una carriera tanto ricca di successi e squisitezze, e iniziata in così tenera età. Cucinava già a 9 anni, ricorda, e la madre tentò di dissuaderlo dall’intraprendere questa strada ma (per nostra fortuna) non desistette mai e oggi è il pasticcere migliore al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>