Oli viso: cosa sono, a cosa servono e come applicarli

Spread the love

Immancabile nelle beauty routine più alla moda del momento, proviamo a scoprire insieme cos’è, a cosa serve, che benefici ha e come si usa l’olio per il viso.

Oli viso
Oli viso

Non prima di aver fatto un’importante distinzione: in commercio nelle profumerie, nei negozi di cosmetici, online si trovano ormai molte tipologie diverse di oli per il viso. Spesso si tratta di prodotti completamente differenti: gli oli detergenti per il viso possono essere utilizzati infatti per la detersione della pelle, soprattutto se delicata e tendenzialmente secca; esistono oli struccanti che aiutano a rimuovere velocemente anche i trucchi più resistenti, come quello waterproof, e ancora gli oli viso make-up sono da utilizzare per perfezionare il proprio maquillage. Quello di cui ci occuperemo qui di seguito è il solo l’olio viso cosmetico.

Anche conosciuto come facial oil, funziona – a voler semplificare molto – simulando il film idrolipidico che ricopre la pelle. Come fa lo strato grasso che fisiologicamente ricopre il viso, cioè, l’olio viso serve a creare una barriera protettiva contro agenti atmosferici, smog, sporco e per molti versi a isolare la pelle. Questo vuol dire anche che l’olio per il viso di fatto sigilla la pelle e permette un più facile e veloce assorbimento dei prodotti applicati: non a caso va utilizzato alla fine della propria skincare routine, dopo aver pulito adeguatamente la pelle del viso e aver applicato la crema ed eventuali sieri o tonici. È in questo modo, tra l’altro, che l’olio viso di fatto potenzia l’effetto degli altri cosmetici, trasformandosi in un perfetto alleato della propria beauty routine.

Come scegliere l’olio viso e i consigli per applicarlo al meglio

Come in parte si accennava c’è molta varietà di scelta ormai quanto a oli per il viso, tanto che non deve essere difficile trovare il prodotto che fa più al caso proprio. Ogni tipologia di pelle, del resto, ha esigenze diverse e per ragioni di praticità si potrebbe essere alla ricerca di formule che non ungono e dal facile assorbimento come gli oli non oli. Più la pelle è secca e ha bisogno di essere idratata e nutrita, per esempio, e più si potrebbe scegliere un olio come l’olio di canapa ricco di omega 3. L’olio di Neem e l’olio di ricino, grazie alle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, sono ideali per chi soffre di acne. L’olio di jojoba e l’olio di argan che hanno proprietà astringenti sono consigliati, invece, per le pelli impure e nel caso di punti neri. L’aloe è nota per le proprietà idratanti e da usare in caso di pelle profondamente danneggiata, dal freddo per esempio, e sono questi solo alcuni delle tante varietà di oli naturali che si possono sfruttare per la propria routine viso. Sceglierli di buona qualità, eventualmente provenienti da coltivazioni biologiche può accentuarne i benefici.

Applicarli correttamente fa il resto. Come in parte già si accennava, l’olio viso va applicato come ultimo step della beauty routine: ne bastano poche gocce dopo la detersione della pelle e aver applicato la propria crema giorno o notte preferita. Per facilitare l’assorbimento si può massaggiare l’olio con le dita, disegnando piccoli cerchi sulla pelle del viso e approfittando così di un movimento rilassante e che aiuta a riattivare il microcircolo.

Lascia un commento