Tanta voglia di Nauticsud: appuntamento a Napoli

di Valeria Douglas Commenta

 Nauticsud, il salone internazionale della nautica da diporto, giunge al traguardo della 42° edizione nonostante la più grande crisi del mercato nautico abbia falciato dal mercato brand storici falliti o in procinto di fallire per la mancanza di commesse determinata dalla brusca frenata delle commesse, come dichiara Lino Ferrara, presidente del salone nautico.

Tutto pronto dunque a Napoli, dal 12 al 20 marzo, nella doppia sede della Mostra d’Oltremare e quella del Marina Nauticsud di Mergellina dove saranno comunque presenti molti Cantieri che hanno saputo convivere con le difficoltà del mercato.

Come ha dichiarato il presidente del Nauticsud Lino Ferrara:

Il comparto nautico è sostanzialmente un comparto artigianale al quale una certa finanza ha voluto imprimere una svolta industriale che il mercato non poteva essere in grado di metabolizzare. Infatti a pagarne le spese per primi sono stati i grandi gruppi che dopavano il mercato, a un certo punto lo sport preferito era comprare cantieri anziché costruire barche. Francamente non capisco come possano essere oggi in difficoltà costruttori che qualche anno fa dichiaravano di aver venduto la propria produzione sino al 2012. Da questa crisi non si esce, semmai si cambia.

Il salone internazionale Nauticsud ha in forte considerazione anche il settore della vela, in tutte le sue declinazioni e l’ecosostenibilità della nautica. Un fitto calendario di eventi, tra i quali figurano diverse regate veliche, gare di pesca sportiva e azioni di pulizia dei fondali, organizzati in collaborazione con la LNI di Pozzuoli, vedrà anche numerosi incontri tematici con tavole rotonde, convegni e work shop sugli argomenti economici e di sviluppo portuale collegati al mondo della nautica.

Prevista infine, nella giornata conclusiva della 42.ma edizione del Nauticsud, la XXVII prova velica della Velalonga, organizzata dalla sezione napoletana della LNI. L’evento, che si svolgerà il prossimo 17 aprile, sarà illustrato nello stand della Lega Navale Italiana all’interno dell’esposizione nautica alla Mostra d’Oltremare. La regata prevederà la partecipazione di oltre 100 equipaggi suddivisi per classi con una classifica a tempi compensati tra derive, catamarani e vele tradizionali, all’interno del suggestivo paesaggio del golfo partenopeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.