I milionari cinesi, sono giovani e amanti dei luxury brand Made in Italy

di Benedetta Guerra Commenta

Da oggi 21 al 23 ottobre, lo Shanghai Exhibition Center, sito nella via dello shopping cinese di lusso, aprirà le porte agli espositori luxury brand più esclusivi da tutto il mondo.

Dopo tanta crisi, ci sono buone nuove per i luxury brand Made in Italy, insomma, dopo un periodo di recessione, il nostro amato lusso torna a splendere. Ecco quindi accessori, borse di lusso, orologi e gioielli (che tra l’altro sono i beni più ricercati da magnati, élites e collezionisti del Cinesi), abbigliamento, auto, jet, yacht, viaggi, arte, insomma i beni a cinque stelle tornano a far innamorare perdutamente i Paesi extra-UE.

Secondo delle analisi, i Luxury Made in Italy sono in ascesa nei paesi orientali, tanto che in Cina, sono 18.000 i miliardari, 880.000 i milionari e 200 milioni gli appartenenti alla classe media disposti a spendere soldi per avere prodotti a cinque stelle (dati Top Marques).

In questi giorni, i 10.000 metri quadrati di stand di Top Marques Shanghai, la fiera Top Marques più esclusiva in Cina (le altre si tengono a Pechino, Shenzhen, Xiamen, Nanjing e Chengdu), verranno inondati da circa il 70% della classe rampante cinese pronmti a a spendere tantissimi soldi.

I rampolli miliardari cinesi, tra l’altro, sono più giovani dei miliardari del resto del mondo di 15 anni e la percentuale di individui con un reddito superiore a 1 miliardo di RMB (€111.390.000) è aumentato con un tasso annuo del 50% passando da 24 nel 2000 a 1.363 nel 2010 (secondo i dati CLSA Asia-Pacific Markets).

Il marchio Isabelle Martine di Anais Copini Castorani e Martina Frappi, entrambe classe ’86 sono i due brand super amati del lusso Made in Italy in Cina. Le due stiliste al Top Marques sono le più giovani imprenditrici italiane con il luxury brand più giovane.

Martina Frappi, designer di Isabelle Martine e Jenì ha detto:

La Cina rappresenta una vera e propria mecca per i luxury brand. Gli addicted del lusso cinese stanno sviluppando un’attenzione particolare per il Made in Italy di qualità oltre ad una propensione per articoli di pelletteria, gioielli ed orologi di gran valore. Questo fa ben sperare per il futuro delle aziende italiane soprattutto se emergenti.

Grazie allo studio della Bain & Company è uscito fuori che per i beni di lusso personali, il retail sta avendo ottimi risultati tanto che ci si aspetta che riesca ad avere una crescita del 14% anche nel 2011. Il retail monomarca, resta il più resistente alla crisi, soprattutto per gli accessori in pelle.

Isabelle Martine, marchio di borse di lusso al suo primo anno di attività, ha guadagnato l’attenzione degli organizzatori della fiera del lusso di Shanghai grazie alla sua velicissima ascesa, tra l’altro sono state avvistate tantissime star con le creazioni firmate dal duo Copini-Frappi, tra queste Nastassia Kinski, Kelly Rowland, Shannen Doherty, Kelly Preston, Ashanti, Sara Paxton, Sofia Milos.

Anais Copini Castorani, art director di Isabelle Martine ha raccontato che:

La rapidissima espansione del mercato del lusso cinese sta portando le aziende a pianificare e ridefinire con accuratezza gli investimenti. In questo clima, sarà importante puntare anche sull’E-Fashion per farsi conoscere dai consumatori, molto attenti alle evoluzioni del settore, ed orientarne i gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.