Le pizze di lusso più costose del mondo

di Sara Mostaccio Commenta

TopLook ha stilato la classifica delle pizze più costose del mondo: scopriamo le prime tre classificate, la più lussuosa sfiora i 200.000 euro.

TopLook ha stilato una speciale classifica delle pizze più care del mondo perché la pizza non solo è una delizia per il palato ma può essere incredibilmente lussuosa e di conseguenza costosa. Scopriamo le prime tre ricette in classifica, vere e proprie pizze di lusso.

pizze di lusso

Se in genere la pizza è la scelta più economica per cenare fuori, non è il caso di queste preparazioni con ingredienti rari e molto speciali che rendono il gustoso piatto nazionale un’opera d’arte culinaria e un salasso per il portafogli.

Per sua stessa natura la pizza si è sempre prestata a rielaborazioni e rivisitazioni in chiavi molto diverse. È proprio in alcune di queste varianti più prelibate che la pizza assume un carattere più che mai lussuoso.

Il terzo posto lo conquista la pizza 007 Royale idata dallo chef Domenico Crolla nel 2007 e servita nel suo ristorante inglese. Tra gli ingredienti si annoverano medaglioni di cervo, aragosta marinata nel cognac, caviale immerso nello champagne e salmone scozzese affumicato. Per finire, scaglie d’oro a 24 carati, rigorosamente commestibili. Il prezzo? Dovrete sborsare un ammontare di 3.000 euro solo per la pizza.

Al secondo posto si classifica la pizza Louis XIII che Renato Viola ha ideato e proposto in Francia. Si può gustare per la cifra di 8.300 euro. È cotta nel cognac e condita con mozzarella di bufala campana biologica e dop, aragosta, gamberoni e caviale.

Il primo posto spetta alla pizza più costoda del mondo in assoluto, la Royal Pizza ideata dallo chef Abdel Muhammad Al-Hallabi che la propone a Dubai per la cifra di 180.000 euro. È presto detto il perché: si farcisce con tartufo nero, tartufo bianco d’Alba, caviale beluga e foie gras.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>