I sistemi multimediali Mercedes: lusso e tecnologia a bordo

di Giulia Ferri Commenta

Gia dal 1993 Mercedes–Benz presentò il primo sistema telematico intelligente dell’industria automobilistica con un sistema di comunicazione e navigazione (CNS) della Classe S. Altra novità fu il il sistema di comando vocale Voivetronic nel 1996 e più recentemente, nel 2002, lo schermo a colori 16:9 e l’accesso ad Internet.

Ma il marchio con la stella immagina un futuro non troppo lontano in cui la telematica e l’infotainment raggiungeranno livelli altissimi così come prospetta il Responsabile Product Innovations & Process Technologies della divisione Corporate Research and Advanced Engineering di Daimler AG, Bharat Balasubramanian:

La nostra visione si riassume in quattro campi: esperienza olistica, interazione naturale, perfezione sensoriale e comfort dell’azionamento a distanza

Mercedes ha in programma di ampliare in modo progressivo l’offerta di applicazioni integrate per il sistema multimediale Comand Online già a partire dall’autunno di quest’anno con nuove applicazioni per il social network Facebook, per Google Streetview e Google Panoramico. Più in la arriveranno una dozzina ulteriori App, come la talk radio statunitense Stitcher, il servizio di messaggistica Twitter e le piattaforme musicali Pandora (USA) o Aupeo (Germania). Le nuove applicazioni potranno essere utilizzate da tutti i clienti che viaggiano a bordo di una Mercedes-Benz equipaggiata con comand Online.

In futuro anche la rappresentazione grafica dei contenuti sullo schermo acquisterà sempre maggiore importanza. Elementi in vetro le cui dimensioni aumentano dinamicamente creano diversi livelli di navigazione con un effetto tridimensionale. L’utente si immerge nella struttura profonda del menu e viene guidato intuitivamente da movimenti fluidi e da transizioni animate.

Nel prossimo futuro i display potranno essere personalizzati in modo ancora più marcato e le applicazioni, così come gli elementi di comando, non saranno più limitate solo a determinati modelli di schermo. Sono pensabili, ad esempio, display a configurazione personalizzata, con i quali il guidatore potrà decidere autonomamente quali elementi visualizzare e dove.

Bharat Balasubramanian conclude dicendo:

Le nostre ricerche si estendono anche al campo dei display 3D, poiché la visualizzazione spaziale consente una percezione intuitiva delle informazioni. Grazie al riconoscimento semplice e rapido dei messaggi, è possibile migliorare ulteriormente anche la sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.