Harrods a Londra rinnova l’ingresso

di Sara Mostaccio Commenta

Il Natale si avvicina e per l’occasione uno dei grandi magazzini di lusso più celebri al mondo decidere di rifarsi il look: Harrods rinnova l’ingresso dei suoi locali a Londra, nell’elegante quartiere di Knightsbridge.

harrods a londra

Varrà la pena progettare un viaggio nella capitale britannica anche per ammirarne i risultati che si preannunciano spettacolari. E nell’occasione immergersi in una delle esperienze di shopping più pervasive che la città sappia offrire: c’è da perdersi tra i reparti ed è indubbiamente un dolcissimo smarrirsi per chi ama il lusso.

I lavori di ristrutturazione, affidati allo studio Make Architects che ne firma il progetto, puntano sul rifacimento del grande ingresso al tempio del lusso londinese, celebre perché vi si trova tutto, ma proprio tutto quel che si possa desiderare o immaginare di voler cercare.

Dopo essere stato il primo negozio inglese a introdurre le scale mobili, è tempo di stabilire nuovi record. I lavori di rifacimento richiederanno una cifra astronomica che è stata fissata da preventivo intorno ai 20 milioni di sterline. Bazzecole, per un impero commerciale come Harrods, ma pur sempre una cifra che fa vernire le vertigini.

La nuova hall sarà più ampia, ariosa, piena di luce e migliorata nelle funzionalità oltre che nell’impatto visivo che punta ad essere comunque assai scenografico e accattivante. Tra le novità che più ci incuriosiscono c’è una enorme cupola di vetro che sarà un gioiello di architettura contemporanea.

La tanto attesa cupola nel contempo porterà nuova luce agli ambienti, per un’esperienza di shopping non solo di lusso ma anche particolarmente piacevole, specialmente in una città che non è certo celebre per i suoi cieli luminosi, spesso invece grigi e cupi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>