Grecia in crisi: si da il via alla vendita delle varie isole non abitate

di Benedetta Guerra 1

La Grecia è uno dei luoghi più belli che abbiamo a due passi dall’Italia, tanto che, numerosi politici europei sono interessati alla nazione, come i due alti deputati tedeschi hanno chiesto alla Grecia di vendere alcune delle sue isole, in cambio della loro permanenza dell’Unione europea anche nei momenti di crisi.

George Papandreou, il primo ministro greco ha detto durante la sua visita in Germania:

“Vendere tutto ciò che possiede per pagare i suoi creditori. Per i Greci significa edifici e isole disabitate “.

Il giornale The Bild ha intitolato l’artoicolo:

“Vi diamo denaro, dateci Corfù … e l’Acropoli”.

Visto la situazione che si è sviluppata in Grecia, la pessima situazione economica della nazione, porterà a vendere alcuni immobili, si tratta di una possibilità straordinaria, che a poco tempo fa sarebbe stata impensabile.

La Grecia ha circa 6.000 isole, e di queste solamente 220 sono abitate, molte di queste isole sono piccole pe sterili, ma altre sono bellissimi e perfette da acquistare.

La maggior parte delle belle isole disabitate sono considerate di proprietà dello Stato, questo vuol dire che sono un patrimonio che può essere utilizzato per ridurre drasticamente il debito nazionale.

Il sito online The Private Islands, specializzata nella vendita di paradisi insulari ed oasi in tutto il mondo, ha detto:

“le isole greche sono l’ultimo simbolo di stato, che evoca immagini di magnati che sorseggiano champagne sul ponte dei loro yacht con occhiali da sole “.

Isole greche sono già presenti sul mercato ad un costo relativamente abbordabile, i Broker dicono che si può entrare in possesso di un’isola per non più di 2 milioni dollari (€ 1,3 milioni) con una vasta gamma di scelta.

Athina Onassis la nipote di Aristotele Onassis vuole $ 300 milioni per l’isola di Skorpios. I due potenziali acquirenti, Bill Gates e la Madonna, si dice che siano interessati alla bellissima isola.

Con la Grecia sull’orlo del collasso, molte più persone potrebbero unirsi alla famiglia Onassis e finalmente mettere le mani su un oasi privata al centro del Mediterraneo.

fonte

Commenti (1)

  1. sarrei interessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.