Esposizione di Fabergè a Mosca: lusso da Zar

di Benedetta Guerra 2

Viktor Vekselberg, il ricco industriale russo ha appena aperto un museo di arte orafa e gioielleria nella capitale russa. Viktor possiede raccolte e mostre nei più importanti musei del mondo, costituita da 180 pezzi a forma di uovo, compresa l’incoronazione a base di uova, dono dello Zar Nicola II offerto nel 1897 all’Imperatrice per la sua incoronazione. E’ stimato tra i 18 e 24 milioni di dollari.

Per chi non lo sapesse, la storia narra di due uovi, uno di Fabergè e uno di Pasqua, prodotti dal gioielliere Pierre-Karl Fabergé. Si parla di una serie da cinquantadue/sei (secondo le fonti) uova prodotta sino al 1917 a nome dello Zar Alexander III e Nicola II, che hanno offerto alle loro rispettive mogli, Maria Fedorovna e Alexandra Fedorovna. Un lusso da poco!

In Russia ogni anno, per il periodo di pasqua, è in uso fornire di uova in legno o pietra i bambini farglieli dipingere in vari colori.

Fabergè ha prodotto le sue uova in diversi stili, è noto per le sue creazioni di oggetti raffinati, uova, fiori, gioielli e statuette. Il materiale preferito dal gioielliere erano le pietre semipreziose degli Urali: la nefrite (simile alla giada verde); la bowenite (pietra verde chiaro bianco); il rodonite (marmorizzato rosso nero); il cristallo di rocca e agata; e tutti i colori dell’oro. Si diversifica in molti stili, dal neo rococò, impero, Rinascimentale, da Luigi XIV ai locali dell’Art Deco (uova di mughetto, vasi), dallo stile Luigi XV a Luigi XVI e Art Nouveau e lo stile pan slava.

Lo Zar Alessandro III e Nicola II (Romanov) gli hanno commissionato la maggior parte di queste uova (poco prima della loro caduta), oltre a loro, il gioielliere ha fabbricato altre uova per famiglie nobili e imperiali, in particolare per i Kelch.

Per i curiosoni: un orologio che apparteneva alla principessa Margaret è stato messo all’asta per 1,24 milioni di euro, nel giugno del 2006. Il 28 novembre, la Rothschild (uova) è stata messa all’asta per 9 milioni di sterline (12,5 milioni di euro).

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>