Auto d’epoca all’asta: Dual-Ghia in vendita

di Giulia Ferri Commenta

La Casa d’aste RM Auctions metterà all’asta il prossimo 12 marzo una Dual-Ghia del 1957, di cui si stima esistano al mondo pochissimi esemplari visto che all’epoca furono prodotti solamente 117 auto.

L’evento si terrà ad Amelia Island, in Florida, quasi come se posse la risposta a Pebble Beach, il concorso d’eleganza dell’auto retrò che si tiene sulla costa pacifica.

Il prezzo  alla fine dell’asta è stato stimato intorno tra i 250 mila e i 350 mila dollari, ma si tratta di un cauto ottimismo considerando che in Oltreoceano la Dual-Ghia è una delle auto d’epoca più ricercate anche se l’opera di restauro compiuta su questo esemplare – anche se eccellente – potrebbe pregiudicarne il valore.

La vettura in questione è stata venduta nel 1957  a poco meno di 8 mila dollari. La carrozzeria è di colore bianco che risaltano gli interni e la capote rossa, così come andava in voga per le auto di lusso degli anni ’50. Ha un brillante motore 5.2 D-500 V8 da 230 cv, trasmissione automatica Chrysler Powerflite, sospensioni anteriori indipendenti e quattro freni a tamburo.

«Data l’eccellente qualità del restauro effettuato sull’auto d’epoca – spiega la casa d’aste – questa Dual-Ghia potrebbe essere uno degli esemplari meglio conservati di una gamma che è stata estremamente esclusiva sin dalla sua introduzione, più di 50 anni fa. All’epoca si diceva che chi comprava una Rolls-Royce lo faceva perché non poteva permettersi una Dual-Ghia».

Ma in quest’auto c’è anche un anima italiana. La Dual-Ghia è infatti nata dalla collaborazione dell’americana Dual con la carrozzeria italiana Ghia. La Ghia fu assorbita dalla Ford nel 1973 ma è ancora oggi usata dalla casa costruttrice americana per denominare le versioni più lussuose dei suoi modelli.

Insomma la Dual-Ghia è un mito perchè incarna un incontro ideale tra i potenti motori americani e lo strepitoso design italiano. Non resta che aspettare il 12 marzo per scoprire qualcosa di più sel prezzo di vendita e sulle curiosità legate a questa fantastica auto d’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.