All’asta il diamante “maledetto” di Massimiliano d’Asburgo

di Giulia Ferri Commenta

Il prossimo 22 aprile verrà messo all’asta il diamante di Massimiliano d’Asburgo, famoso oltre per la sua lucentezza che le dona un caratteristico colore bianco scintillante e per i 39 carati e mezzo, per essere stata ribattezzata la “pietra maledetta”.

I suoi precedenti possessori infatti sono accumunati da un tragico destino che suggestioni di rito hanno voluto attribuire alla pietra prezioso un destino nefasto a chi la possiede.

La casa d’aste che si occupa del l’incanto è Christie’s che ha fissato al milione di euro la base di vendita.

Massimiliano d’Asburgo fu imperatore del Messico dal 1864 al 1867.
Dopo solo 3 anni di sovranità fu giustiziato dalla guerriglia di Benito Juarez.

Il diamante fu ritrovato nelle tasche del condannato a morte e poi restituito alla moglie Carlotta. che impazzirà per il dolore.

Successivamente il diamante fu acquistato da fu il dittatore filippino Ferdinando Marcos che lo regalò alla moglie Imelda, esiliati e condannati per storno ai fondi americani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.