Apertura boutique Walter Voulaz a Milano

di Benedetta Guerra Commenta

A Milano, nel quadrilatero della moda apre la prima boutique Walter Voulaz che ha come motto: non è facile esserci, ancora più difficile distinguersi. Ecco da dove nasce il concetto della camicia Voulaz : ben fatta, con dettagli impeccabili e materiali eccellenti; contemporanea e glamour allo stesso tempo.

Gli spazi sono parte dell’edificio storico di via Manzoni che ospita il celebre Grand Hotel et de Milan, che ebbe tra i suoi ospiti Giuseppe Verdi, Gabriele D’Annunzio, Maria Callas e Rudolf Nureyev.

L’ingresso del negozio rispetta l’ eleganza del palazzo con un cancello di ferro a quattro ante, un specie di antro, dove passare per accedere alla tranquillità dell’interno della boutique.

La struttura interna è stata rielaborata aprendo un grande foro tra i due livelli che dona una doppia altezza ai locali, senza precludere l’intimità degli ambienti .

I materiali sono classici: marmo grigio per il pavimento, legno scuro per gli arredi ed intonaco con pigmenti naturali per le pareti, nel rispetto dei muri storici. Le numerose lavorazioni sono frutto di una rielaborazione tra passato e futuro, tra Europa e l’antica via delle spezie: il marmo è tagliato ad esagoni, come spesso i Francesi facevano nelle loro dimore, ma le proporzioni sono quelle tipiche dell’Indocina, con piastrelle più piccole, posate senza cornice.

Il legno è ebanizzato con una gomma nera, impermeabilizzante, estratta in Vietnam dagli alberi del caucciù con una lacca naturale applicata su forme ispirate alla tradizione ma reinterpretate con estro e creatività.

L’atmosfera è data da luci diffuse, studiate da Flos, per gli ambienti e micro led per ripiani e elementi di arredo donano vita ai capi esposti. Uno degli elementi chiave del concept della boutique è il verde veronese “appena sporco di grigio e con una punta di blu”, utilizzato per le pareti e ricreato dalla palette di Le Corbusier.

Per i camerini e le zone di servizio, la privacy è data da tende in duchesse color cipria, nel soffitto fa capolino il grande lampadario di ferro grezzo, che irrompe nello spazio con un forte segno grafico. Objet decor richiamano i dettagli delle
camicie, valorizzano gli interni, comunicano il prodotto.

La boutique è un mix di materiali innovativi, tecnologie costruttive, archetipi della tradizione occidentale con richiami esotici che donano all’ambiente un‘atmosfera unica e suggestiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.