500 by Gucci: piccola di lusso

di Giulia Ferri Commenta


Da quest’anno ci saranno molte sorprese in concomitanza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ma questa che vi stiamo riportando sembra proprio di essere di grand lunga quella che spinge di più il design italiano per una staffetta che ha come protagonisti due eccellenze del Bel Paese: La Fiat 500 e Gucci.

Sono due grandissimi marchi e aziende conosciutissime in tutto il mondo che hanno visto il Centro Stile Fiat e di Gucci Creative Director lavorare fianco a fianco per un piccolo ma grande gioiello a 4 ruote. La 500 by Gucci è stata un idea suggerita dal Lapo Elkann che dopo tanti anni d’assenza forzata rientra nelle grazie della casa torinese con un progetto che ha convinto tutti, per prima Frida Giannini, stilista della maison fiorentina naturalizzata francese:

Quando negli anni 50 la Fiat 500 arrivò per la prima volta sulle strade, rappresentò una rivoluzione dello stile e diventò presto l’auto che tutti all’epoca desideravano possedere. Viaggiare con stile è sempre stato fondamentale anche per Gucci fin da quando, nel 1921, Guccio Gucci fondò la propria azienda produttrice di bauli, valigie e borse in pelle. Quando Lapo Elkann suggerì l’idea di questa collaborazione, mi è così sembrata una perfetta opportunità per affermare un nuovo concetto del viaggiare moderno in occasione del 90esimo anniversario di Gucci

Un’edizione speciale che fonde la city car di casa Fiat con lo stiling inconfondibile di Gucci. A partire dalla carrozzeria disponibile in bianco o nero in una vernice particolare perlata e dalla banda rossa bordata di verde, i colori aziendali della maison. Dettagli cromati completano la linea esterna molto accattivante, un pò meno grintosa della 500 Abarth, ma sicuramente più glam. Completano la gamma esterna i pneumatici 195/45 R16, le pastiglie dei freni posteriori color verde (ma solo per la motorizzazione 1.4 da 100 CV), la firma Gucci in corsivo sul portellone posteriore e sul montante porta e il logo della Doppia G sui coprimozzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.