Zanzibar, inaugurazione delle 11 ville Diamaonds Star of the East

di Redazione Commenta

Spread the love

Il prossimo 27 novembre verrà inaugurato a Zanzibar un nuovo villaggio di lusso chiamato Diamonds Star of the East di proprietà di Planhotel Resorts and Hotels, con cui condivideranno alcuni servizi. Un progetto innovativo che incrocia i servizi alberghieri con la residenza locale.

Queste villette nel cuore di Zanzibar sono state ben inserite in un contesto naturale che è stato studiato nei minimi particolari dall’esperto botamico Roberto Doria, che spiega come la complessa coltivazione ha permesso un risultato per certi punti di vista impensabili, facendo crescere piante di habitat diversi e poi ripiantati.

come egli stesso spiega:

I giardini e le aree verdi sono stati creati su terreno di roccia corallina, le piante sono state fatte crescere in un vivaio a pochi metri da qui e poi ripiantate, dopo aver coperto la roccia con terreno riportato. E’ solo grazie ad un lavoro certosino e con un importante recupero delle acque con impianti ad hoc che riusciamo a fornire irrigazione, a queste aree verdi incantevoli, senza sprecare acqua. Abbiamo usato la vegetazione locale, il bush e rimodellato il terreno per inserire le ville in posizione tale da garantire, a tutte, una splendida vista del mare.

Un progetto quello di Star of the East che porta la firma di un altro torinese, quello dell’architetto Germano Aghemo che si è occupato della progettazione delle ville. Ogni villa ha la sua piscina privata, un giardino ricco di vegetazione rigogliosa, fontane, il tutto perfettamente inserito nell’ambiente ed in modo da garantire una totale privacy. Le 11 ville sono quasi un tutt’uno con lo splendido giardino botanico ed al loro esclusivo utilizzo è stata edificata una grande piscina di acqua salata, molto simile come sistema alla piscina più grande del mondo in Cile.

Le ville sono dotate di vasca idromassaggio e doccia panoramica esterna, maggiordomo e tante altre esclusività che rendono questo villaggio un paradiso come solo Zanzibar poteva ospitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.