Uno yacht di lusso che diventa una casa in mare

di Sonia Pesce Commenta

Spread the love

Una nuova proposta nel mondo degli yacht, solo per chi ha un portafoglio sufficientemente ampio ovviamente. Stiamo parlando dell’interessante novità che è stata progettata da parte dello studio Bassan&Benedetti, che ha realizzato uno yacht decisamente al passo con i tempi e innovativi, in grado di garantire una navigazione a lungo raggio, con ben due osservatori e tante opzioni per vivere il paesaggio marino.

L’esplorazione dei mari è qualcosa che affascina e accomuna tantissime persone: con il passare degli anni sono state realizzate imbarcazioni sempre più efficaci ed efficienti da questo punto di vista. Stiamo facendo riferimento, in modo particolare, agli explorer yacht. Si tratta di vere e proprie unità da diporto che si caratterizzano per avere un alto livello di autonomia di navigazione, ma non solo. Infatti, possono contare pure su degli scafi estremamente robusti e dall’ottima resistenza, in grado di affrontare anche situazioni piuttosto difficili in mare dal punto di vista climatico.

In questo caso, va dato merito al grande lavoro che è stato realizzato da parte dello studio di progettazione Bassan&Benedetti, che è nato grazie alle idee e alle felici intuizioni di due giovani yacht designer dal talento evidente. Ebbene, la novità è rappresentata dal progetto che è stato ribattezzato “Lontano”. Si tratta di un explorer yacht di gran lusso, caratterizzato da una lunghezza che arriva fino a 78 metri, in grado di combinare alla perfezione una navigazione efficiente in ogni condizione con la possibilità di godersi il mare.

Tra le principali caratteristiche di questo explorer yacht troviamo la presenza di uno scafo tratto da un supply vessel usato presso i cantieri navali norvegesi Ulstein. Questa imbarcazione presenta una carena che fa della resistenza il suo punto di forza, senza dimenticare dei serbatoi, impianti e aree crew che sono proporzionate per poter garantire una navigazione a lungo raggio.

Dal punto di vista delle linee esterne, il design riprende chiaramente un concetto di avventura. D’altro canto, sono state riprese le linee del supply vessel preso come base, personalizzate e modificate per poter garantire lo sviluppo di altri spazi abitativi. Ottimo equilibrio tra pieni e vuoti nelle zone esterne, in maniera tale da garantire sempre un buon livello di continuità dal punto di vista estetico tra i volumi presenti e le nuove sovrastrutture. Ottima la scelta anche di inserire le superficie in vetro, visto che offrono la possibilità di garantire una buonissima illuminazione naturale alle zone interne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.