G Train, il nuovo progetto su rotaia di gran lusso

di Sonia Pesce Commenta

È stato ribattezzato un palazzo su rotaie: stiamo facendo riferimento a G Train, ovvero il primo treno privato di lusso in tutto il pianeta. Il ben noto designer di origini francesi Thierry Gaugain, che è diventato famoso in tutto il mondo per avere collaborato con Philippe Starck e i vari yacht di design da quest’ultimo realizzati, si è messo al lavoro su un altro progetto decisamente incredibile.

Stiamo facendo riferimento a G Train: per chi non lo sapesse è il primo treno privato di lusso in tutto il mondo, che va a prendere il posto nell’immaginario collettivo di grandi treni come l’Orient Express, dato che è stato progetto per un solo proprietario.

Si tratta, usando la definizione che è stata data di questo mezzo dallo stesso designer francese, di un vero e proprio palazzo che si muove su rotaie. Impossibile, in effetti, utilizzare altri termini, dal momento che questo pazzesco treno privato è composto da qualcosa come ben 14 carrozze, raggiungendo complessivamente i 400 metri di lunghezza. Ebbene, tutte queste carrozze si caratterizzano per essere rivestite da ben 3500 metri quadri di un vetro tecnico del tutto particolare.

Come si può facilmente intuire, nella progettazione di questo incredibile treno privato, si è data grande importanza alla presenza di adeguato spazio per gli ospiti. Potranno salire a bordo fino a 18 persone da ospitare nel corso delle ore notturne. Il treno è suddiviso in due porzioni: la prima è dedicata al proprietario e rappresenta il suo vero e proprio alloggio mobile, comprensivo di ambienti dedicati ad attività di intrattenimento. Nella seconda parte, invece, è collocato tutto lo spazio che è dedicato all’equipaggio e alle stanze per gli ospiti.

È presente una spettacolare tanto enorme suite, ma anche altre tre aggiuntive più piccole, oltre che un fantastico salone per gli ospiti. Da notare come, in vista degli eventi, le ali possono ripiegarsi per realizzare delle spettacolari terrazze all’aperto per organizzare concerti, cene oppure feste. Non mancare pure un vagone con funzioni sostanzialmente di garage, in cui si possono conservare vetture, moto e tanti altri accessori di ogni tipo. In un palazzo su rotaia, può mancare il giardino? Assolutamente no, visto che su questo treno di lusso pazzesco c’è pure quello. E se i passeggeri volessero recarsi in luoghi differenti? Il G Train può anche essere letteralmente spezzato in due. Non è fantasia, ma è pura realtà, frutto anche di tecnologie estremamente avanzate e all’avanguardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.