Il lusso corre sui binari e si chiama Cruise Train

di loretta martino Commenta


Lusso sfrenato, dettagli futuristici e soprattutto tanta originalità unita ad un’eleganza senza tempo, se il presente non vi convince e siete stanchi di viaggiare seduti su scomode poltrone senza avere spazio con i vostri vicini ecco in arrivo il treno più lussuoso del mondo, Cruise Train un vero albergo su rotaie progettato dall’East Japan Railway Company.

La più grande compagnia del mondo per numero di passeggeri trasportati sta progettando in Giappone il treno più lussuoso al mondo, si chiamerà Cruise Train e sarà un vero ritorno agli albori dato che i treni giapponesi torneranno al loro vecchio splendore. Il progetto è portato avanti dal noto giapponese Ken Okuyama, ex designer Pininfarina che ha realizzato le linee di alcune Ferrari tra le quali la supercar Enzo.

Il convoglio sarà composto di 10 vagoni con grandi finestre panoramiche per permettere agli ospiti di godersi il flusso del tempo e dello spazio oltre che il magnifico paesaggio e la raffinata cultura giapponese. Gli interni saranno invece realizzati con divani in pelle, salottini, aree relax e persino un ristorante a cinque stelle. Un vero mix di di antico e moderno tra fantascienza e lusso che farà completamente dimenticare ai 34 passeggeri di essere a bordo di un treno. Le vetture inoltre godranno di spettacolari suite Deluxe, dei veri appartamenti realizzati su due piani e dotati di letti matrimoniali, salottino privato al piano superiore e bagno privato con doccia.

Un lusso a cinque stelle riservato a pochi eletti dato che il costo del biglietto si aggirerà intorno ai 2 mila euro per un viaggio di soli tre giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.