Natale 2010: va di moda l’oro commestibile 24 carati sulle tavole di tutta Italia

di Redazione Commenta

Spread the love

Se volete fare colpo sui commensali il giorno di Natale, ecco una strepitosa idea direttamente dall’estero, cioè quella di aggiungere alle pietanze un tocco di oro 24 carati.

Secondo degli studiosi, già nell’antico Egitto le focacce dei faraoni erano impastate con polvere d’oro, che serviva per arricchire la conoscenza, inoltre anche durante le cene degli Sforza, il risotto allo milanese era servito non solo con zafferano, ma anche con polvere di oro.

Chi aveva i soldi nel periodo rinascimentale in Italia, poteva usufruire dell’oro 24 carati sui piatti che erano simbolo di benestare, di ricchezza e cultura.

Oramai l’oro commestibile, che sia in foglie, pagliuzze o fiocchi, è un condimento utilizzato dai migliori ristoranti e chef al mondo ed aggiunge del lusso alla tavola senza alterare il gusto della pietanza, ed sicuro tanto che sia gli Stati Uniti che l’Unione Europea ne hanno autorizzato il consumo se accompagnato dall’additivo colorante E-175.

Come ho già detto in precedenza, utilizzare l’oro come decorazione si sta ampliando in tutta Europa, ed i migliori ristoranti la utilizzano per impreziosire ogni piatto che vada dal risotto, ai cocktail e dessert.

Sono molti gli chef che lo utilizzeranno per il periodo di Natale e Capodanno, tra questi anche lo chef Giovanni D’Amato nel suo ‘Raviolo di seppia’ in brodo iodato, che è semplicemente una rivisitazione di un antico piatto, lo ‘zimino di seppia’ con miele, limone e una scaglietta d’oro. La chef Cristina Bowermann, al posto dell’oro preferisce l’argento poiché a differenza dell’oro da al piatto un’elegnza raffinata e meno vistosa; la polvere d’argento ha un suo costo, 10 grammi a 50 euro, oltre alla chef Bowermann, amante dell’argento tra i fornelli è lo chef Francesco Apreta che lo usa per la salsa ai ceci per il suo pesce sciabola, un piatto che ha un valore di 40 euro.

Uno chef, parlando dell’oro commestibile ha detto:

E’ decorativo perché riprende la pelle lucida di questo prelibato pesce

fonte Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.