Lusso e letteratura al Sofitel Rome Villa Borghese

di Giulia Ferri Commenta

Il viaggio nella cultura internazionale continua al Sofitel Rome Villa Borghese con l’interessante iniziativa Escale à Rome, tappa italiana dell’itinerante rassegna dedicata alla letteratura francese, “Les Escales Litteraires”, in programma il prossimo 27 settembre: la passione per l’eccellenza si coniuga in quest’occasione con la letteratura, in un incontro straordinario tra persone, luoghi e culture.

Esperienze di viaggio, narrativa e avventura prendono vita nei racconti di quattro autori francesi che, ispirati dalle indiscusse ricchezze della Capitale e dall’inimitabile atmosfera del Sofitel Rome Villa Borghese, le hanno tradotte in racconti, sensazioni, ricordi e stati d’animo legati alla Città Eterna. Nella splendida cornice di Villa Medici, partner del Sofitel Rome Villa Borghese nella realizzazione dell’evento, gli artisti proporranno ai presenti i propri lavori in lingua francese, accompagnati da un coinvolgente sottofondo musicale.

La serata proseguirà poi con un cocktail nel raffinato albergo nel cuore di Roma, nella splendida cornice del ristorante panoramico La Terrasse Cuisine & Lounge. Madrina di questa iniziativa, da cui nascono e si sviluppano vere perle letterarie, è Catherine Enjolet, scrittrice e saggista, che fonde letteratura e azione sociale: il silenzio è un tema costante nei suoi lavori, come gli sforzi umanitari e l’impegno sociale, sempre descritti con sobrietà e intensità.

Padre fondatore è invece Denis Labayle, scrittore e autore di opere teatrali, racconti, saggi e romanzi riconosciuti e insigniti di numerosi premi e selezionati per letteratura awards. Medico impegnato nel sociale, i suoi saggi si basano su tre valori essenziali: libertà, dignità e solidarietà. Gli autori che parteciperanno all’appuntamento romano: Catherine Enjolet; Fréderic Vitoux, autore di numerosi romanzi, che pubblica regolarmente dal 1973, e titolare della cattedra di Arte e Letteratura presso l’Accademia Francese; Yasmina Khadra, ex ufficiale dell’esercito algerino, scrive dal 1984 e le sue opere sono oggigiorno tradotte in 33 lingue; Pierre Vavasseur, grande reporter della sezione cultura per il quotidiano Le Parisien /Aujourd’hui in Francia.

Marie-Bérengère Chapoton, direttrice dell’albergo ha dichiarato:

Siamo onorati e lieti di offrire ai nostri ospiti un cocktail di benvenuto dopo aver assistito alla lettura di queste creazioni in lingua francese, opere suggerite agli autori dalla permanenza al Sofitel Rome Villa Borghese. Oltre ad essere sinonimo di grande eleganza, grazie a questa iniziativa il nostro albergo si trasforma anche in un esclusivo salotto culturale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.