Lusso a Cortina monitorato dal fisco

di Giulia Ferri Commenta


Vacanze di Natale a Cortina. Non solo l’ultimo cinepanettone ma anche il fisco a seguito che intende vederci chiaro per stanare gli evasori fiscali che se la passano da nababbi a Cortina. L‘Agenzia delle Entrate di Belluno non ci sta ad ospitare, come in un porto franco, facoltosi turisti “mordi e fuggi” che risultano all’anagrafe tributaria come nulla tenenti o quasi.

L”esercito” degli 80 ispettori non è stato visto di buon occhio da qualche albergatore nel timore che la “soffiata” potesse portargli via qualche cliente. Ma non è questo il paese in cui ci lamentiamo di essere gli unici a pagar le tasse per poi storcere il naso quando si vedono in pericolo i propri interessi?

Prenotazioni d’albergo al ristorante, auto parcheggiate, gioiellerie e quantaltro. Perlomeno lo spauracchio è stato generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.