Il lavoro più bello del mondo: visitare dimore di lusso

di AnnaMaria Commenta

10.000 dollari al mese e la possibilità di soggiornare nelle case più belle del modo. E’ questa l’allettante offerta di lavoro pubblicata dall’esclusivissimo club Thirdhome che propone lo scambio di dimore di lusso in tutto il mondo e sta cercando una persona disposta a girare il mondo per visitare – recensire in modo originale – castelli, ville di lusso, dimore storiche per 3 mesi, vitto e alloggio e spese di viaggio incluse.

L’offerta è veramente allettante perchè tra le 12 dimore di lusso che il fortunato selezionato dovrà visitare ci sono anche luoghi incantevoli in tutti i posti del mondo nel quale si potrà soggiornare per una settimana. E si tratta di “case” che davvero fanno sognare, e per capire di cosa stiamo parlando vi basta dare uno sguardo alle foto pubblicate sulla pagina facebook di 3RD Home.

> ONEFINESTAY, I VIAGGI DI LUSSO NELLE CASE DEGLI ALTRI

Il lavoro consiste nel visitare le dimore di lusso, recensirle e valutarle nel modo più corretto ed originale possibile. Requisiti indispensabili sono quindi la capacità di scrivere contenuti originali per i blog, e anche la capacità di raccontare i luoghi attarverso foto e video, oltre ad una esperienza nel settore luxury ed esperienza in viaggi internazionali. Tutto quello che i candidati devono fare è registrare un breve video – in inglese – nel quale spiegano chi sono e perchè vogliono candidarsi per questa opportunità.

Il fortunato si guadagnerà il privilegio di viaggiare per tre mesi a spese di Thirdhome e potrà anche portare con sè un compagno di viaggio, che però dovrà sostenere da solo le sue spese. La compagnia Thirdhome non esita a definire questo lavoro come il più bello del mondo, ed in effetti come dargli torto?

Photo Credit| 3RD Home via Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>